Citazioni aliene. Doctor Who (2014)

Il nuovo “amico alieno” SigourneyRules Kinema mi segnala un’altra chicca: lo speciale natalizio Last Christmas (2014) della storica (ed eterna) serie TV britannica “Doctor Who“, di cui ignoro tutto. Se avete domande, chiedete a Cassidy!

Il giorno di Natale del 2014 va in onda questo episodio speciale di sessanta minuti, diretto da Paul Wilmshurst, ambientato però un po’ prima, visto che inizia la notte della Vigilia, con Clara Oswald (Jenna Coleman) che si sveglia per aver sentito uno strano rumore fuori dalla sua finestra: niente di strano… è solo Babbo Natale!

Se già non bastasse ritrovarsi papà Natale sul proprio tetto di casa, aumenta la sorpresa scoprire che sotto la barba c’è un irresistibile Nick Frost, e mi chiedo: perché non interpreta Babbo Natale in ogni speciale?

Mentre Clara cerca di capire se sia sveglia o stia sognando, piomba in scena il Dottore (Peter Capaldi) che la fa salire sul Tardis e via verso una nuova avventura, in una stazione artica dov’è successo un fattaccio. E qui lo sceneggiatore Steven Moffat ci va giù duro con le citazioni aliene, a cominciare dalle più sottili: per esempio quando si aprono le porte dei corridoi stagni vediamo uno schermo con un segnale luminoso con su scritto “Purge“… esattamente come in Alien (1979) e Blade Runner (1982) – come ho già raccontato – in fondo entrambi girati nei pressi di Londra.

Magari sbaglio, ma questa scritta mi ricorda qualcosa…

Magari questa scritta della Nostromo

… o questa dell’auto di Gaff in Blade Runner

Appena entrati, il Dottore e Clara si ritrovano nel mezzo di un bel pasticcio: un’invasione aliena!

Sappi, Dottore, che ci sono posti nell’universo in cui non sei solo…

Una creature aliena a forma di ragnone si appiccica sulle facce delle sue vittime… vi ricorda mica qualcosa?

L’aspetto è decisamente grezzo, ma è proprio uno “stringi-faccia”

Al Dottore viene spiegato che queste creature si chiamano Kantrofarri, anche se non è chiaro chi le abbia “battezzate”, «comunemente detti “granchi dei sogni” [dream crabs]», e quando si appiccicano a qualcuno lo spingono a sognare, così da digerirselo con tutta calma. Ma come fa la vittima a capire se sta sognando? Be’… condividere la stanza con Babbo Natale potrebbe essere un indizio utile…

Quest’anno ai bambini cattivi ho portato solo facehugger

Moffat scrive per il Dottore un’intricata storia mozzafiato di “sogno nel sogno”, dove Alien non si cita… si vive!

— Ricordano un po’ i facehugger, quelli di Alien.
— Un film horror chiamato Alien? Questo è davvero offensivo, non mi stupisco che continuino ad invadervi.

Applausi a scena aperta per questo scambio di battute da antologia. Ha ragione il Dottore: se un giorno gli alieni scoprissero i film che giriamo su di loro non ne saranno contenti.

Magari sbaglio, ma questa scritta mi ricorda qualcosa…

… tipo questo!

Non lasciatevi ingannare dalla citazione dichiarata al primo film, quando si parla di universo alieno lo sappiamo tutti quale sia l’unico titolo che conta: il secondo! Infatti Ashley (Natalie Gumede) durante l’invasione dei facehugger piomba in scena con un perfetto equivalente “dottoresco” del pulse rifle.

Il Doctor Rifle!

Da notare la finezza citazionista prelibata di mettere un contatore digitale dei proiettili, proprio ad imitare il pulse rifle: è un contatore inutile, visto che chi spara non può vederlo, ma proprio per questo la citazione è più palese.

Un conta-proiettili utile solo per gli spettatori, proprio come in Aliens

Episodio delizioso ma il mio giudizio potrebbe essere influenzato dall’alta dose di citazioni aliene che Moffat ci infila, tanto da ipotizzare in lui lo steso “sangue acido” che scorre nel nostro cuore. A un certo punto infatti vediamo una lista di cose da fare per Natale, con almeno un paio di punti in comune a tutti noi xeno-fan…

Una lista di Natale universale

Ringrazio ancora SigourneyRules Kinema per la ghiotta segnalazione, e ricordo che Cassidy da anni recensisce l’universo del Dottore.

L.

– Ultime citazioni:

8 pensieri su “Citazioni aliene. Doctor Who (2014)

  1. Pingback: Armi della settimana 2022-01-30 | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.