[2000] Alien 3 (DVD)

Dopo essere già stati distribuiti nel cofanetto DVD “Alien Collection” (1999), i quattro film della saga aliena classica vengono messi in vendita separatamente nel 2000: ecco Alien 3 (1992) di David Fincher, che ho comprato il 6 agosto 2001 (come testimonia uno scontrino conservato all’interno del disco).
Questa edizione ancora non contiene l’edizione “alternativa” presente solo dal cofanetto “Quadrilogy” (2003) in poi, ma è ghiottissimo il documentario al suo interno, che anni prima registrai mandato in onda da “CIAK” (Canale5).

Dal retro della locandina:

Il terzo episodio della saga fantascientifica più sconvolgente della storia del cinema
Il tenente Ripley (Sigourney Weaver) è l’unica sopravvissuta all’atterraggio di fortuna della sua astronave su Fiorina 161, una squallida zona deserta abitata da ex-detenuti della prigione di massima sicurezza del pianeta. Ripley teme che a bordo del suo velivolo sia nascosto un alieno. I suoi sospetti diventano una terrificante realtà quando si cominciano a scoprire i corpi mutilati degli ex-galeotti.
Senza armi o tecnologie moderne di alcun tipo, Ripley deve guidare gli uomini nella battaglia contro la mostruosa creatura. E ben presto scoprirà qualcosa di orribile che la lega all’alieno: un vincolo inscindibile che le imporrà un difficile confronto con la sua coscienza e potrebbe costringerla a tentare di distruggere non solo l’orribile creatura, ma anche se stessa.

L.

– Ultime edizioni video:

  • [2000] Alien la clonazione (DVD) - Dopo essere già stati distribuiti nel cofanetto DVD "Alien Collection" (1999), i quattro film della saga vengono messi in vendita separatamente nel 2000: ecco il quarto ed ultimo.
  • [2000] Alien 3 (DVD) - Dopo essere già stati distribuiti nel cofanetto DVD "Alien Collection" (1999), i quattro film della saga vengono messi in vendita separatamente nel 2000: ecco il terzo.
  • [2000] Aliens (DVD) - Dopo essere già stati distribuiti nel cofanetto DVD "Alien Collection" (1999), i quattro film della saga vengono messi in vendita separatamente nel 2000: ecco il secondo.
  • [2000] Alien (DVD) - Dopo essere già stati distribuiti nel cofanetto DVD "Alien Collection" (1999), i quattro film della saga vengono messi in vendita separatamente nel 2000: ecco il primo.
  • [1995] ALIEN 3 (VHS DeAgostini) - Uscita aliena della collana da edicola "Il grande cinema del terrore", in edizione con audio Hi-Fi Stereo Dolby Surround.
  • [2008] Cofanetto: AVP Collection (DVD) - Con la data del 2008 stampigliata sulla locandina ma venduto in italiano su Amazon dal 2012, ecco un "cofanetto" con i due AVP, entrambi in versione estesa.
  • [2009] Alien (DVD) Edizioni Master - Un giorno su bancarella ho trovato questo misterioso DVD di Alien (1979) delle Edizioni Master, che se non conservassi in collezione penserei fosse una fake news.
  • [2010-02] Aliens vs Predator 2 (Edizione speciale 2 DVD) - Splendida edizione speciale di un film tutt'altro che speciale: Aliens vs Predator 2 (2007) dei fratelli Strause, con un secondo disco sciabordante di contenuti speciali.
  • [2010-11] Cofanetto: Alien Anthology (Blu-ray) - Traduco due articoli che la rivista di film e tecnologia home video ha dedicato all'innovativo cofanetto Blu-ray alieno.
  • [2012] Alien (DVD) - Ristampa in occasione dell'uscita di Prometheus che nasconde in realtà il riciclo dei dischi del cofanetto "Alien Quadrilogy": qui c'è solo il film in doppia versione senza uno straccio di contenuto speciale.

[1995] ALIEN 3 (VHS DeAgostini)

Visto che ogni venerdì sto raccontando La storia di Alien 3, un ascensore per l’inferno, mi pare giusto ampliare la schedatura delle edizioni in video del relativo film di David Fincher.

Dal novembre 1993 e fino ad almeno il 1995 (stando alle date riportate sul retro delle copertine) la DeAgostini ha portato in edicola almeno una quarantina di videocassette che riproponevano grandi titoli dell’orrore, tutti (o quasi) di grandi case: una collana dal titolo “Il grande cinema del terrore” che ha iniziato l’attività proprio con Alien (1979), come già raccontato.

Ho avuto il piacere e l’onore di vedere con i miei occhi la collana ogni mese in edicola, ma purtroppo non avevo spazio in casa per le varie uscite, senza parlare dei soldi che sarebbero serviti.

Continua a leggere

[2021-08] Alien 3: The Unproduced Screenplay

Il 31 agosto 2021 – stavolta senza ritardi e rimandi di mesi e mesi – è uscito e quindi apparso nel mio Kindle il romanzo Alien 3: The Unproduced Screenplay by William Gibson, targato come sempre Titan Books.

Come se già non fosse stata sfruttata oltre il dovuto la pessima sceneggiatura di William Gibson, nata quando ancora c’era il Muro di Berlino e la Guerra fredda – su consiglio di Walter Hill fresco di Danko (1988) – come se già non bastasse averla trasformata in fumetto, ora diventa anche un romanzo, con Pat Cadigan che ha l’ingrato compito di prendere il testo di Gibson e scriverci intorno.

Sto per festeggiare i vent’anni dalla mia traduzione in italiano di quella sceneggiatura – che all’epoca proposi alla Fanucci, casa editrice che fu così gentile da rispondermi, ovviamente dicendosi non interessata – quindi sono davvero nauseato dalla storia e non ho alcuna intenzione di leggere questo romanzo, che mi limito a schedare.

Continua a leggere

[2021-08] AVP e Alien 3 su Rai4

Continua il ciclo con cui Rai4 presenta alcuni film del ciclo alieno, e il 31 agosto 2021 manda in onda un doppio appuntamento: AVP: Alien vs Predator (2004) di Paul W.S. Anderson in prima serata e subito a seguire Alien 3 (1992) di David Fincher.

Assolutamente imperdibile  la presentazione di “Film TV“, che… sbaglia data astrale!

Continua a leggere

[2020-04] Alien Saga su “Sci-Fi Now” 170

Traduco il testo che Oliver Pfeiffer ha scritto per la rivista specialistica “Sci-Fi Now” n. 170 (aprile 2020) dandogli il roboante titolo di “The Complete Guide to ALIEN“: sarà davvero una guida completa?

Ovviamente no, è solo un mucchio di nozioni superficiali, spesso sballate, buttate a casaccio e citando brani di interviste a capocchia, giusto per creare ancora più leggende generiche su una saga che invece avrebbe bisogno di maggiore concretezza.

L’articolo si chiude citando il cofanetto “Alien: Six-film Collection”, quindi potrebbe essere legato a questo fatto l’assenza dei due AVP nel racconto, ma non escludo che il giornalista appartenga a quelli che ignorano volutamente i due poveri film, mentre invece esalta le immonde porcate di Ridley Scott.

Continua a leggere

Citazioni aliene [1993-07] Accident Man

In occasione della recensione del film del 2018 – stimolata da quella di Cassidy – mi sono letto l’unica storia a fumetti di “Accident Man” che sono riuscito a recuperare: è un fumetto minuscolo uscito per qualche tempo in Gran Bretagna e di non certo facile recupero. Per fortuna però nel 1993 la giovane Dark Horse Comics era attenta al fumetto indipendente così ha invitato gli autori – Pat Mills  e Tony Skinner – a scrivere appositamente un’avventura del loro assassino professionista Mike Fallon in terra americana.

Nel secondo numero della saga di tre uscite, nel luglio 1993, sullo sfondo ci sono ben due citazioni aliene, forse inserite dalla casa o forse un gioco con cui i due autori britannici ringraziavano dell’ospitalità.

Continua a leggere

[2016-07] Alien 3 su “RetroGamer” 157 (guest post)

Condivido una splendida “indagine” compiuta da redbavon del blog Pictures of You, che ci racconta la lavorazione del videogioco “Alien 3” della Probe Software.


“Licence to thrill” da Retrogamer, luglio 2016

I videogiocatori appassionati di Alien hanno un debito di riconoscenza nei confronti della britannica Probe Software, uno dei tanti sviluppatori che dal 1979 si sono cimentati nel difficile compito di adattare la tensione e l’azione dei film della saga al piccolo schermo dei tubi catodici di televisioni e monitor. Alien e i videogiochi hanno infatti una lunga storia di adattamenti, più o meno riusciti.

Continua a leggere

Good Old Games Ads #10.3: Alien 3, la campagna pubblicitaria

Condivido la seconda parte di un post capolavoro firmato da redbavon di Pictures of You, apparso sul suo blog il 25 aprile 2021, ringraziando l’autore per la disponibilità.


La campagna di comunicazione per il videogioco di Alien 3 segue il solco tracciato da quella cinematografica e utilizza esclusivamente le pagine delle riviste specializzate. La Rete non esiste ancora come Web 2.0 e gli investimenti in pubblicità televisiva non sono economicamente sostenibili dato il potenziale di mercato e di fatturato di un videogioco negli anni Novanta.

Continua a leggere

Good Old Games Ads #10.2: Alien 3, le recensioni

Condivido la seconda parte di un post capolavoro firmato da redbavon di Pictures of You, apparso sul suo blog il 25 aprile 2021, ringraziando l’autore per la disponibilità.


“Licence to thrill” da Retrogamer, luglio 2016

Continua a leggere

[1991-11] Alien 3 su “K” 33

Grazie a questo post di redbavon ho scoperto un ghiotto articolo della rivista italiana di videogiochi “K” (n. 33, novembre 1991) dedicato all’imminente uscita del videogioco ispirato al film Alien 3 (1992).

La particolarità di questo testo è che ci consente uno sguardo in quei mesi che hanno preceduto l’uscita del film, con le relative voci di corridoio (più o meno sballate) ma anche indiscrezioni sul montaggio definitivo. Per esempio l’autore anonimo del pezzo fa riferimento «misteriose mucche spaziali», perché va ricordato che le prime foto di scena a girare ritraevano quello che poi sarebbe scomparso dal montaggio visto al cinema: uno dei bovini di Fiorina 161 inseminato dal facehugger. Persino le card vendute in fumetteria presentavano ’sta mucca per la mia perplessità, in tempi in cui ancora non era uscito il montaggio alternativo del film.

«Tutti i prigionieri, infestati di malattie e disgustosi a vedersi, sono stati rapati a zero per sconfiggere la virulenta epidemia di pidocchi che li ha colpiti. È questo aspetto dei prigionieri che ha fatto parlare di monaci spaziali a proposito di Alien 3

Questa frase testimonia di voci su “monaci spaziali” che sicuramente sono dovute alla splendida sceneggiatura di John Fasano, poi effettivamente “saccheggiata” per la sceneggiatura definitiva, così come le prime foto di scena mostravano i detenuti effettivamente sporchi e mal messi, tanto da far pensare a una sorta di colonia di menomati.

Infine l’uso spregiudicato del titolo Alien 2 denota come l’autore appartenesse a quel pubblico generico che cadeva nel tranello della distribuzione italiana, che in TV ancora nei primi anni Novanta mandava l’ignobile filmaccio omonimo di Ciro Ippolito e c’era davvero chi lo confondeva con il seguito di Alien (1979).  Vado a memoria, spero un giorno di trovare prove, ma sono abbastanza sicuro che all’epoca anche riviste e giornalisti di cinema si confondessero sui due titoli.

Su altre questioni linguistiche sollevate da questo articolo scriverò meglio in future “indagini”.

Continua a leggere