[2019-10] Alien: Prototype

Il 29 ottobre 2019 la Titan Books presenta l’attesa (almeno da me) nuova avventura aliena in forma di romanzo, all’interno di un’iniziativa che da quest’anno sta creando un nuovo universo narrativo parallelo a quello cinematografico, ormai ampiamente distrutto.
Apparso il giorno stesso sul mio lettore eBook grazie alla prenotazione Amazon, ecco Alien: Prototype di Tim Waggoner.

Tutto è iniziato nell’ottobre 2014 con il videogioco Alien: Isolation della SEGA, scritto da quel Dan Abnett che è uno degli autori transmediali più in gamba del panorama attuale. Il successo di un gioco che è blandamente legato alla saga cinematografica rende chiaro che si possono raggiungere quei “giovani” che dei film di Alien se ne infischiano, e la Dark Horse incarica Brian Wood di continuare la storia del gioco a fumetti: il problema però è che non ottiene i diritti di sfruttamento del personaggio di Amanda Ripley quindi deve rimaneggiare un po’ le cose, ma il risultato è Aliens: Defiance (2016): il connubio di grafica ispirata al gioco, atmosfere cupissime ispirate al film del 1979 e Colonial Marines tratti dal film del 1986 fanno raggiungere un buon obiettivo.

Dal 2019 la casa ottiene i diritti di Amanda Ripley ed inizia una serie a fumetti in cui, insieme alla Zula Hendricks di Defiance, si raccontano storie deliranti totalmente sconclusionate e senza alcun senso logico: Brian Wood inizia a distruggere trent’anni di fumetti alieni.
Mentre l’autore viene cacciato a pedate (purtroppo per i motivi sbagliati), la Titan Books inizia a tirare i fili di un universo già confusionario, e sforna il romanzo-capolavoro Alien: Isolation (luglio 2019): all’apparenza una novelization del videogioco, ma in realtà uno studio appassionante sul personaggio di Amanda Ripley.

Subito dopo tocca ad un romanzo che faccia lo stesso con Zula, così poi da partire con nuove avventure delle due eroine… ma Alien: Protoype fallisce miseramente: è una semplice avventuretta banalissima e noiosetta in cui, fra mille personaggi, c’è anche Zula ma a fare da tappezzeria. Una grande occasione mancata…


Indice:

Continua a leggere

[2019-10] Aliens vs Predator Coloring Book For Fans

Come si capisce se uno è un collezionista pazzo furioso? Per esempio se compra l’album da colorare di Alien e Predator!!!

Sembra incredibile, ero più che convinto fosse un semplice album fotografico, invece…  Ecco Aliens vs Predator: Coloring Book For Fans. Per circa 6 euro Amazon ha pubblicato questo volumone con foto in bianco e nero – alcune tratte da fumetti e “de-colorate” – che i piccoli chestburster possono divertirsi a colorare a mano…

Lo so, non c’è bisogno che diciate che è pura follia, è più che evidente… Però dovete ammettere che non ho mai nascosto di essere un pazzo collezionista!

Purtroppo non ci sono i nomi dei disegnatori: sarei curioso di sapere chi è che ha disegnato la Predator femmina!

Continua a leggere

[2019-09] Alien: The Blueprints

Regolare, la Titan Books il 24 settembre 2019 ha rilasciato il volume Alien: The Blueprints di Graham J. Langridge: un appassionato che dal 2009 crea le cianografiche delle astronavi dell’universo alieno.
Non una sola singola parola di presentazione è spesa dalla casa editrice britannica.

Continua a leggere

[2007-12] AVP2: Inside the Monster Shop

Nel dicembre 2007 la Design Studio Press ha pubblicato questo splendido volumone fotografico dedicato alla lavorazione del film Aliens vs Predator: Requiem (2007), e con cui apprezziamo il sempre eccezionale lavoro dei due maghi Alec Gillis e Tom Woodruff jr.

Continua a leggere

[2008-01] Aliens: Criminal Enterprise

Il settimo volume della collana The Complete Aliens Omnibus presenta il romanzo Aliens: Criminal Enterprise (gennaio 2008), una storia inedita con cui S.D. Perry partecipa all’iniziativa della Dark Horse Comics di presentare con il proprio marchio dei libri dell’universo alieno.


La trama ufficiale:

Thomas Chase si risveglia dal crio-sonno per il suo primo giorno di lavoro, come pilota per un’organizzazione di contrabbando di droga: deve consegnare un “pacco” sul pianeta roccioso Fantasia, costruito per gestire operazioni illegali di nascosto. Ogni droga viene sintetizzata qui, dall’eroina all’MX7, in grotte tenute a bada da alieni.
Appena Chase atterra sul pianeta, si rende conto che qualcosa non va: bande rivali stanno cercando di prendere possesso dell’attività su Fantasia, e Chase è finito nel mezzo dello scontro… con gli alieni che ne approfittano per ribellarsi ai propri padroni.


Commento

La Perry non si smentisce mai e anche stavolta si conferma autrice molto difficoltosa da leggere: sembra scrivere di nulla e fare in modo di riempire le pagine di parole senza mai portare da nessuna parte. Sicuramente sbaglio, ma la sensazione è che non avesse idea di cosa inventarsi per questo romanzo e abbia preferito tergiversare.

Uno degli espedienti utilizzati è lo stesso che ho riscontrato in altri autori di questa serie di romanzi Dark Horse: iniziare la storia spiattellando subito tutti i nomi dei personaggi, così che sia impossibile fissarli nella memoria o capire chi diavolo siano.
La Perry però va oltre: nelle prime dieci pagine snocciola qualcosa come quaranta nomi, in un delirio narrativo di rara intensità. Ma chi è tutta ’sta gente? Perché non iniziare a raccontare la storia prima di farmi l’elenco dei personaggi? E perché presentare nelle prime pagine ogni fottuto abitante del fottuto pianeta? Ultima domanda: perché questa “febbre da nomi” ha fatto sì… che l’astronave con cui il protagonista arriva sul pianeta non ha nome?

La lettura di questo romanzo mi è assolutamente impossibile, ed è davvero un peccato: sono così pochi i titoli alieni che perderne per strada in questo modo è sempre triste.

L.

– Ultimi post simili:

[1998] Aliens: Earth Hive / Nightmare Asylum

Cover di Dimitrios Patelis

Approfittando di un’offerta di Amazon Usato ho comprato d’importazione questo volume di 260 pagine in edizione tascabile che raccoglie i due splendidi romanzi di Steve Perry tratti da altrettanti fumetti di Mark Verheiden: Aliens: Earth Hive (1992) ed Aliens: Nightmare Asylum (1993), usciti anche in Italia per Sperling & Kupfer.

I due romanzi sono stati editi originariamente dalla Spectra (la collana della Bantam Books dedicata alla fantascienza), poi è subentrata la Millennium che dal 1995 ha iniziato a ristampare tutti i romanzi alieni: con il 1998 la casa inizia una serie di ristampe Omnibus, di cui questo è il primo volume.

È curioso notare come la storia di Hicks e Newt dopo gli eventi del film Aliens sia in assoluto la più ristampata del mondo alieno (tra libri e fumetti) eppure la meno nota e stimata…

L.

– Ultimi post simili:

  • [2021-04] Aliens: Infiltrator - Dopo mesi e mesi di continui rimandi, finalmente la Titan Books ha rilasciato il romanzo Aliens: Infiltrator di Weston Ochse: acquistato su Amazon in prevendita il 21 giugno 2020, solo il 20 aprile 2021 ho potuto finalmente veder apparire il libro nel lettore Kindle. Indice: La trama in breve L’autore La storia Conclusione
  • [2008-10] Aliens: No Exit - Su un pianeta diviso tra due compagnie uno xenomorfo compie una strage, e la Planetus manda un suo uomo per indagare e capire se sia colpevole l'altra compagnia, la Weyland-Yutani.
    Romanzo verboso e inconcludente, quasi del tutto privo di xenomorfi ma in compenso con chiacchiere in eccesso.
  • [2006-03] Predator: Forever Midnight - Altra grande occasione mancata, con troppe invenzioni e poca trama.
    Appena giunti sul pianeta Midnight per proteggere la colonia umana, gli Orbital Marines del comandante Ness sono aggrediti e falcidiati da una nave dei Predator, i quali ora inseguono le loro prede sul pianeta dove non tramonta mai il sole. Inizia una caccia alquanto noiosetta.
  • [2007-09] Predator: Flesh and Blood - Per evitare un pericoloso pretendente all'eredità di famiglia, suo cugino cattivo fa in modo che dei Predator in caccia atterrino proprio dove sta il parente ingombrante, ma gli umani sono più scaltri e comincia una lunga (e noiosa) rincorsa. Lettura non memorabile, vicenda minuscola e personaggi anonimi, quando non proprio banali.
  • [2008-02] Predator: Turnabout - Steve Perry riesce a scrivere un romanzo Predator... senza Predator!
    Il ranger Sloane nella sua foresta in Alaska scopre l'arrivo di cacciatori spaziali dediti al massacro, così tira fuori i suoi super-fucili da cecchino e usa la sua esperienza di marine in Vietnam per dare la caccia ai cacciatori.
  • [2016-05] Alien – The Weyland-Yutani Report - La romanziera S.D. Perry per la Titan Books si inventa un universo alieno omogeneo per uno splendido volume riccamente illustrato, sia con foto di scena che con illustrazioni create appositamente. Tolte le invenzioni, è sicuramente un imperdibile oggetto da collezione.
  • [2014] Easy Street (the Hard Way) - Traduco quel poco spazio che l'attore Ron Perlman dedica ai ricordi legati ad Alien Resurrection (1997) in questa sua autobiografia.
  • [2020-05] Predator: Stalking Shadows - Romanzo-prequel del videogioco Predator: Hunting Grounds (2020) che si prefigge di fare da agile manuale sugli incontri e scontri fra uomini e Predator dal 1997 ad oggi.
    Protagonista è l'immaginario Scott Devlin, di cui assistiamo alla carriera lanciata quel giorno in cui a Los Angeles, nel 1997, ha conosciuto il maggiore Dutch Schaefer, appena rimesso dalle ferite dell'incontro con un Predator dieci anni prima. Vengono velocemente raccontati i momenti chiave del loro pluridecennale lavoro contro i cacciatori alieni.
  • [1995-12] Aliens: Rogue - Novelization del fumetto omonimo del 1993 firmato da Ian Edginton.
    Su Charon Base il professor Kleist porta avanti il Progetto Chimera utilizzando centinaia di cavie umane non certo volontarie: tutto pur di creare... l'Alien King, un titanico xenomorfo che sfidi la Regina. Intanto sulla base arrivano Palmer e Clay, che non sono chi dicono di essere, e la ribellione delle vittime può iniziare.
  • [2020-02] Alien: Phalanx - Un'altra martellata sulla tomba dell'universo alieno: un romanzetto scritto male che copia un celebre fumetto... alchemico...
    Ataegina, un'isola dove il tempo sembra essersi fermato al Medioevo. L'arrivo degli xenomorfi ha spazzato via quasi tutti gli umani, che ora vivono in piccole comunità nascoste in grotte fra le montagne. A garantire il collegamento fra queste grotte sono stati addestrati dei ragazzi a correre e a rischiare la vita: la ragazza a capo di uno di questi gruppi è la protagonista della vicenda.

[2019-07] Alien: Isolation (novelization)

Il 30 luglio 2019 la Titan Books ha presentato l’atteso Alien: Isolation, la versione romanzata del fortunato videogioco omonimo del 2014. Avendo prenotato il libro, quel giorno è magicamente apparso nel mio Kindle e l’ho divorato con grande piacere.

Il prolifico Keith R.A. DeCandido, esperto di universi narrativi di genere, spesso legati a serie TV e videogiochi, riesce alla perfezione in un compito per nulla facile, e soprattutto non invidiabile: dover gestire una storia già scritta, con personaggi sviluppati da altri e all’interno di un universo narrativo al quarantesimo anno, con tutte le stratificazioni immaginabili.
L’autore ha fatto la cosa migliore: ha preso atto dei “paletti”, delle informazioni pseudo-ufficiali e della cronologia di base – tutto materiale a sua detta fornitogli da Steve Tzirlin della 20th Century Fox, che doveva poi approvare la validità del testo – e si è limitato a riempire gli spazi. Dannatamente bene, aggiungo.

Continua a leggere

[2019-07] The Making of Alien

È un anniversario ben triste, quello di Alien: casca nel periodo probabilmente più basso per il marchio. Quei rari fumetti che ancora si affacciano su questo universo sono stupidate senza vergogna, i videogiochi sono ricordi lontani, i cortometraggi semplici sciocchezze già dimenticate e i libri in vista sembrano già essere stati tutti posticipati. Insomma, grazie alla totale follia di Ridley Scott e al peggior Predator della storia, i film “canonici” hanno seriamente ferito al cuore l’universo alieno: i 40 anni di Alien sono festeggiati con totale disinteresse e indifferenza.

Molti mesi fa su twitter vari autori elogiavano questo The Making of Alien di J.W. Rinzler, il modo con cui la Titan Books chiede 50 euro ai fan. Chi non si è mai informato sulla nascita di Alien, non è un fan quindi difficilmente spenderà una cifra così alta; chi è un fan, sa già tutto da decenni e quindi – come faò io – aspetterà un sostanzioso sconto prima di prendere in considerazione l’acquisto.

La trama ufficiale:

Nel 1979 è nato un film leggendario, quando la 20th Century Fox e il regista Ridley Scott hanno persentato Alien e fornito alle platee di tutto il mondo lo spavento delle loro vite.
Per celebrare il quarantesimo anniversario del film, lo scrittore J.W. Rinzler (The Making of Star Wars) racconta l’intera affascinante storia di come Alien si è evoluto da una semplice idea nella mente dello scrittore Dan O’Bannon in uno dei più memorabili film fanta-horror di ogni tempo.
Con nuove interviste a Ridley Scott ed altri membri chiave della produzione originale, e con materiale fotografico mai visto prima, The Making of Alien è il lavoro definitivo sul capolavoro del cinema.

Mi immagino le nuove interviste a Scott, dove si reinventa un passato immaginario per farlo combaciare ai suoi recenti deliri…

L.

– Ultimi post simili:

  • [2021-04] Aliens: Infiltrator - Dopo mesi e mesi di continui rimandi, finalmente la Titan Books ha rilasciato il romanzo Aliens: Infiltrator di Weston Ochse: acquistato su Amazon in prevendita il 21 giugno 2020, solo il 20 aprile 2021 ho potuto finalmente veder apparire il libro nel lettore Kindle. Indice: La trama in breve L’autore La storia Conclusione
  • [2008-10] Aliens: No Exit - Su un pianeta diviso tra due compagnie uno xenomorfo compie una strage, e la Planetus manda un suo uomo per indagare e capire se sia colpevole l'altra compagnia, la Weyland-Yutani.
    Romanzo verboso e inconcludente, quasi del tutto privo di xenomorfi ma in compenso con chiacchiere in eccesso.
  • [2006-03] Predator: Forever Midnight - Altra grande occasione mancata, con troppe invenzioni e poca trama.
    Appena giunti sul pianeta Midnight per proteggere la colonia umana, gli Orbital Marines del comandante Ness sono aggrediti e falcidiati da una nave dei Predator, i quali ora inseguono le loro prede sul pianeta dove non tramonta mai il sole. Inizia una caccia alquanto noiosetta.
  • [2007-09] Predator: Flesh and Blood - Per evitare un pericoloso pretendente all'eredità di famiglia, suo cugino cattivo fa in modo che dei Predator in caccia atterrino proprio dove sta il parente ingombrante, ma gli umani sono più scaltri e comincia una lunga (e noiosa) rincorsa. Lettura non memorabile, vicenda minuscola e personaggi anonimi, quando non proprio banali.
  • [2008-02] Predator: Turnabout - Steve Perry riesce a scrivere un romanzo Predator... senza Predator!
    Il ranger Sloane nella sua foresta in Alaska scopre l'arrivo di cacciatori spaziali dediti al massacro, così tira fuori i suoi super-fucili da cecchino e usa la sua esperienza di marine in Vietnam per dare la caccia ai cacciatori.
  • [2016-05] Alien – The Weyland-Yutani Report - La romanziera S.D. Perry per la Titan Books si inventa un universo alieno omogeneo per uno splendido volume riccamente illustrato, sia con foto di scena che con illustrazioni create appositamente. Tolte le invenzioni, è sicuramente un imperdibile oggetto da collezione.
  • [2014] Easy Street (the Hard Way) - Traduco quel poco spazio che l'attore Ron Perlman dedica ai ricordi legati ad Alien Resurrection (1997) in questa sua autobiografia.
  • [2020-05] Predator: Stalking Shadows - Romanzo-prequel del videogioco Predator: Hunting Grounds (2020) che si prefigge di fare da agile manuale sugli incontri e scontri fra uomini e Predator dal 1997 ad oggi.
    Protagonista è l'immaginario Scott Devlin, di cui assistiamo alla carriera lanciata quel giorno in cui a Los Angeles, nel 1997, ha conosciuto il maggiore Dutch Schaefer, appena rimesso dalle ferite dell'incontro con un Predator dieci anni prima. Vengono velocemente raccontati i momenti chiave del loro pluridecennale lavoro contro i cacciatori alieni.
  • [1995-12] Aliens: Rogue - Novelization del fumetto omonimo del 1993 firmato da Ian Edginton.
    Su Charon Base il professor Kleist porta avanti il Progetto Chimera utilizzando centinaia di cavie umane non certo volontarie: tutto pur di creare... l'Alien King, un titanico xenomorfo che sfidi la Regina. Intanto sulla base arrivano Palmer e Clay, che non sono chi dicono di essere, e la ribellione delle vittime può iniziare.
  • [2020-02] Alien: Phalanx - Un'altra martellata sulla tomba dell'universo alieno: un romanzetto scritto male che copia un celebre fumetto... alchemico...
    Ataegina, un'isola dove il tempo sembra essersi fermato al Medioevo. L'arrivo degli xenomorfi ha spazzato via quasi tutti gli umani, che ora vivono in piccole comunità nascoste in grotte fra le montagne. A garantire il collegamento fra queste grotte sono stati addestrati dei ragazzi a correre e a rischiare la vita: la ragazza a capo di uno di questi gruppi è la protagonista della vicenda.

[1998-08] Aliens: Berserker

Il quarto volume della collana The Complete Aliens Omnibus – che purtroppo sembra essere stata interrotta dalla Titan Comics proprio sul più bello, maledetti! – presenta il romanzo Aliens: Berserker (agosto 1998), con cui S.D. Perry novellizza il fumetto omonimo del 1995 di John Wagner.

Purtroppo non ho il romanzo cartaceo, difficile da trovare e quindi costoso, ma non dispero. Intanto prendo la trama della quarta di copertina da Xenopedia.

Lo chiamano Berserker Team: schegge impazzite reclutate dalla Compagnia per gestire infestazioni aliene. Tre brutali ex truffatori, di base sulla nave Nemesis, e un Berserker chiamato MAX: un esoscheletro potenziato con all’interno ciò che una volta era un essere umano, un’inarrestabile macchina da guerra guidata da un cervello umano.
Quando la Nemesis è inviata su un’enorme stazione spaziale, la D.S. 949, la squadra scopre un nido alieno, il più vasto della storia, con quasi mille umani imbozzolati. La missione della squadra è chiara: distruggere gli alieni lasciando intatta la struttura. Sembra tanto una missione suicida, e alla Compagnia sta bene, visto che non vuole testimoni dei terribili segreti custoditi su D.S. 949.


Purtroppo S.D. Perry si distingue di nuovo per una narrazione straordinariamente noiosa: il suo stile consiste nel prendere il fumetto e raccontare le vignette, senza aggiungere nulla se non parole scelte per la loro noia. Quindi non riesco ad arrivare neanche alla metà del romanzo: mi faccio bastare il fumetto…

Punta di diamante della storia è ovviamente MAX, Mobile Assault Exo-Warrior: «Intelligenza umana incastonata in quasi dieci tonnellate di esoscheletro potenziato»

«C’è un uomo là dentro?»
«Una volta era un uomo: non so come potresti definirlo ora». Sembrava divertito, nel parlare. «Solo i sociopatici si propongono volontari per MAX.»

Non è rassicurante che gente poco raccomandabile venga potenziata da un’armatura di questo genere. «I volontari erano predatori criminali condannati per vari reati, spesso a vita. Diventare un MAX significata per loro avere la possibilità di essere trasferiti in istituti di sicurezza meno rigidi, con più facilitazioni»: chi si fiderebbe a dare loro delle armi? Ovvio, la Compagnia!

Sarebbe stato bello un romanzo sulla figura del Berserker, ma Perry regala solo tanta noia: tocca accontentarci del fumetto.

L.

– Ultimi post simili:

[2004-08] AVP: The Creature Effects of ADI

Nell’agosto del 2004 la Design Studio Press ha pubblicato questo Alien vs Predator: The Creature Effects of ADI, volumone ricco di fotografie e disegni con cui Alec Gillis e Tom Woodruff jr. – i grandi padri degli effetti alieni, a loro volta figli di Stan Winston – raccontano la lavorazione del film Alien vs Predator (2004), davanti e dietro la cinepresa.

Continua a leggere