[2022-10] Aliens – Le storie classiche (Volume 1)

Cover di Greg Land

Approfittando del mio compleanno, così da trovare “sponsor”, ho preso su Amazon il mega-gigantesco-super-volumone “Aliens – Le storie classiche 1“, un librone di più di mille pagine che ingombra come una enciclopedia. Ed è solo la prima parte!!!

Purtroppo non sono specificate le traduzioni dei singoli fumetti, abbiamo solo una citazione cumulativa all’inizio:

  • Traduzione: Max Studios (Andrea Antonazzo, Serena Di Virgilio, Giulio Fabroni, Martina Sannais) e Pier Paolo Ronchetti
  • Supervisione traduzione italiana: Francesco Tedeschi

Ecco di seguito la scheda completa del volumone, dai fumetti contenuti ai ghiottissimi inserti testuali in appendice.


La quarta di copertina:

E ora chi ti sentirà urlare?

Gli xenomorfi, le creature più terrificanti dell’universo, diffondono il terrore in tutto lo spazio conosciuto! Nel primo volume della raccolta integrale e cronologica delle storie a fumetti incentrate su questa letale razza aliena ritroviamo Hicks e Newt, feriti nel corpo e nello spirito, eppure determinati a spazzare via per sempre gli xenomorfi. Ma i militari e le mega-corporazioni hanno altri piani, che potrebbero portare gli alieni sulla Terra e decretare così l’estinzione dell’umanità. E che fine ha fatto Ripley, scomparsa dopo il suo ultimo combattimento con la regina aliena? Direttamente dal brand cinematografico che ha ridefinito i concetti di horror e di fantascienza, un’imperdibile raccolta di storie realizzata da grandi nomi del comicdom internazionale.


La seconda di copertina

«Non sono come noi, non li comprenderemo mai davvero.»
Dr. Waidslaw Orona, “Teoria della propagazione aliena”

Nel 1979. nel buio delle sole cinematografiche di tutto il mondo, il pubblico, terrorizzato, fa conoscenza con un alieno dalle origini ignote che, fin dalla sua prima apparizione, si dimostra una perfette macchina per uccidere. L’entità, che nel tempo acquisirà il nome di “xenomorfo”, massacra l’intero equipaggio della grande astronave USCSS Nostromo, per essere poi sconfitta dall’unica superstite della spedizione: Ellen Ripley. La guerriera tornerà a combattere gli alieni – e la loro terrificante regina – nel sequel del 1986 AllansScontro finale, assieme al caporale Hicks e alla piccola Newt. Due anni più tardi vede le luce il primo xeno-comic, il cui titolo è al plurale, Aliens, come nel film di Cameron, e ne costituisce di fatto il seguito, oltre ad ampliarne la mitologia…

Quando una squadra di salvataggio viene attaccata da una moltitudine di mostri inarrestabili, il Corpo dei Marine Coloniali si rivolge a Hicks perché li aiuti a distruggere definitivamente gli xenomorfi. L’ex marine arruola quindi Newt, ormai adolescente, perché si unisca alla sua missione di vendetta. Ma ciò che i due non hanno calcolato é che, forse, non tutti vogliono l’annientamento della letale razza aliena, e ben presto sì metterà in moto una terribile concatenazione di eventi che potrebbe portare gli xenomorfi sulle Terra. Il che, ovviamente, significherebbe l’assoluta estinzione dell’umanità. Ma forse non è troppo tardi perché la storica rivale degli alieni, Ripley, faccia la sua entrata in scena e ribalti l’esito di quello che potrebbe essere davvero lo “scontro finale”!

Questo volume raccoglie le prime quattro annate complete delle miniserie di Aliens, che includono veri a propri capolavori dal fumetto coma Aliens: Genocidio e Aliens: Alveare e trascinano il lettore in un viaggio da incubo in cui, tra la altra cose, comparirà la terrificante regine madre. Sono inoltre presenti la storia di Newt, cioè le vicende narrate in Aliens – Scontro finale viste attraverso gli occhi di Newt, e l’adattamento a fumetti di Alien 3.


Presentazione
di Francesco Tedeschi

Nel 1979 usci un film diretto da Ridley Scott destinato a cambiare per sempre il volto dell’horror e della fantascienza. La creatura aliena che esordi in quella pellicola viene definita nel film come “un perfetto organismo”: lo xenomorfo (questo é il nome che sarebbe stato in seguito assegnato all’alieno, che in greco antico suona come “dalla forma straniera”) è terribile, certo, e “la sua perfezione strutturale è pari solo alla sua ostilità”, ma è davvero perfetto.

Lo è stato, e lo è tuttora, sia fuori che dentro la finzione; ad Alien ha fatto seguito, nel 1986, un secondo capolavoro, questa volta diretto da James Cameron e intitolato Aliens – Scontro finale. Nasceva così un nuovo brand (che differiva dal titolo precedente solo per la S del plurale, ma era sufficiente) che, negli anni, avrebbe contagiato ogni medium possibile e immaginabile. A oggi, oltre a essere comparso in altri sette film, lo xenomorfo è al centro di numerosi romanzi, videogame, giochi da tavolo e di ruolo e, ovviamente, di migliaia di tavole a fumetti.

Il mastodontico volume di cui state per iniziare la lettura rappresenta il punto d’inizio della lunghissima tradizione fumettistica del brand Aliens, che prende il via con le indimenticabili storie scritte dal grande Mark Verheiden (di fatto un sequel di Aliens ~ Scontro finale di James Cameron, rimasto l’unico esistente, e quindi canonico, fino all’uscita nei cinema di Alien 3} e che prosegue con altre imperdibili chicche realizzate da tanti grandi nomi del comicdom internazionale (John Arcudi, Sem Kieth e Kelley Jones solo per citarne alcuni) oltre a un intero romanzo breve illustrato, alla trasposizione a fumetti dal terzo film del franchise diretto da David Fincher e alle ormai storiche miniserie Genocidio e Alveare.

Col tempo molti di questi archi narrativi sono usciti dalla continulty ufficiale stabilita da un canone cinematografico in perenne evoluzione, ma non per questo sono meno sorprendenti a, soprattutto, contribuiscono a creare quel vasto e sfaccettato universo narrativo di cui lo xenomorfo è l’incontrastato e sbavante protagonista. Ora fate un bel respiro e preparatevi a un viaggio nello spazio profondo, dove… Be’, lo sapete, no? Dove nessuno potrà sentirvi urlare.


I fumetti presenti nel volume

(Le presentazioni sono mie, non del volume)

[1988-11] Theory of Alien Propagation
Quattro mesi dopo l’inizio della prima saga aliena della Dark Horse Comics, Aliens: Book I (luglio 1988), gli stessi autori – Mark Verheiden ai testi e Mark A. Nelson ai disegni – raccontano le basi della biologia aliena presentandola sul numero 24 (novembre 1988) del mensile “Dark Horse Presents”.

La storia verrà “fusa” nell’edizione italiana in volume della saga di Verheiden, inserendola dopo il primo numero.


[1988-07] Aliens: Book I (Outbreak)
Geniale sequel del film Aliens (1986), poi rinnegato dal terzo film.

Newt è cresciuta e insieme all’amareggiato Hicks partono per il pianeta natale degli alieni, in cerca di risposte a domande pericolose.

Da questo fumetto Steve Perry ha tratto il romanzo “Aliens: il nido sulla terra” (Aliens: Earth Hive, 1992).


[1989-08] Aliens: Book II (Nightmare Asylum)
Secondo episodio della Trilogia di Mark Verheiden.

Newt ed Hicks, fuggendo dalla Terra, si rifugiano nell’asteroide-laboratorio del rude militare Spears, che sta addestrando xenomorfi per il suo esercito personale. Sarà dura arginare la sua follia, ma alla fine… arriverà Ripley!

Da questo fumetto Steve Perry ha tratto il romanzo “Aliens: incubo” (Aliens: Nightmare Asylum, 1993).


[1990-06] Aliens: Book III (Earth War)
Terzo ed ultimo (deludente) episodio della Trilogia di Mark Verheiden.

Finalmente Newt e Ripley si ritrovano e sferrano l’attacco finale alla Regina Aliena, i cui “soldati” hanno invaso la Terra. Ma prima, Ripley dovrà raccontare cos’ha fatto nei dieci anni in cui è rimasta separata da Newt…

Da questo fumetto Steve e la figlia S.D. Perry hanno tratto il romanzo “Aliens: The Female War” (1993).


[1990-07] Advent / Terminus
Storia in due parti apparsa sui nn. 42  e 43 del mensile a fumetti “Dark Horse  Presents”.

Un gruppo di archeologi-avventurieri del futuro penetra in una tomba aliena trovata in una piramide che custodisce una camera sacrificale…

Quando le uova si schiudono, per gli archeologi finisce male.


Conto alla rovescia – da “Dark Horse Insider” nn. 14-27.


[1991-04] Aliens: Reapers
Per festeggiare i cinque anni di attività, la Dark Horse Presents sforna un numero speciale di 110 pagine, dal titolo “Fifth Anniversary”, in cui tutti i suoi autori si cimentano con storie brevi dai vari universi narrativi della casa

John Arcudi ci regala la storia di cacciatori ghiotti… di uova aliene!


[1991-11] The Alien
Una volta finita la Trilogia di Mark Verheiden, la Dark Horse Comics sul numero 56 (novembre 1991) del mensile “Dark Horse Presents” lascia la parola al maestro John Arcudi.

Con i disegni di Tony Akins, ci racconta l’incontro degli umani con il Pilota, in una relazione diplomatica molto “complicata”.


[1991-11] Aliens: Genocide
Sul pianeta d’origine degli alieni una mutazione genetica ha dato vita ad una seconda specie di xenomorfi, e la guerra è inevitabile.

Intanto sbarca una missione umana venuta a prelevare pappa reale aliena per sintetizzare lo XenoZip, droga potentissima che garantisce grandi guadagni: posto sbagliato, momento sbagliato…


[1992-02] Aliens: Alveare (Hive)
Buona storia resa malissimo da disegni inguardabili.

Un professore malato terminale e una splendida ladra uniscono le proprie forze per ottenere la sostanza più preziosa dell’universo: la pappa reale della Regina Aliena. Uno xenomorfo robotico sarà più che utile…

Da questo fumetto Robert Sheckley ha tratto il romanzo “Alien: dentro l’aveare” (Alien Harvest, 1994).


[1992-04] Aliens: Tribes (Graphic Novel)
Romanzo breve firmato da Stephen R. Bissette impreziosito da meravigliose tavole di Dave Dorman.
Un alieno viene rilevato a bordo di una stazione spaziale in orbita attorno alla Terra e una squadra si propone di distruggerlo. Il successo della loro missione dipende dal segreto di un uomo.

È la prima volta che viene scritto un romanzo originale ambientato nel mondo di Aliens.


[1992-06] Aliens: Newt’s Tale
Nel 1992 in cui al cinema Newt è uccisa la DHC le regala uno speciale.
Cos’è successo alla comunità di Hadley’s Hope, su Acheron, quando Russ Jorden ha trovato un relitto alieno? Qui viene raccontata la sua storia, focalizzandosi su quella di Newt, fino all’arrivo di Ripley: presentando scene INEDITE del secondo film.

Prima traduzione italiana ufficiale del fumetto!


[1992-07] Alien 3 (novelization)
Il fumetto ufficiale del film omonimo.

A causa di un facehugger a bordo della Sulaco, i sopravvissuti di Acheron – Ripley, Newt, Hicks e Bishop – vengono spediti nello spazio e naufragano su Fury 161, pianeta-penitenziario dove sopravvive solo Ripley, costretta ad affrontare un alieno superstite senza alcun tipo di armi.


Aliens: Space Marinesminicomic venduti insieme ai pupazzi creati per la serie animata del 1992 mai prodotta.


Alien 3 Trading Card a fumetti – una storia brevissima presentata a puntate sul retro delle carte ufficiali del film del 1992.


Memorie di un editore
di Mike Richardson

(solo incipit)

Nei primi anni della Dark Horse Comics, io e Randy Stradley venimmo illuminati da questa grande idea… cercare e acquisire le licenze delle nostre pellicole cinematografiche preferite e produrre i loro sequel sotto forma di fumetti. Il piano era di scrivere noi stessi le sceneggiature per questi promettenti capolavori. Il nostro primo progetto di questo tipo fu Godzilla, che ebbe un discreto successo. Mentre il nostro secondo progetto, Aliens, cambiò l’industria del fumetto per sempre.

Da tradizione, i fumetti basati sui film venivano scritti e disegnati nel minor tempo possibile da chiunque fosse disponibile con un breve preavviso. Gli editori contavano più sui valore del nome di una pellicola specifica piuttosto che sul contenuto, per vendere un fumetto di questo tipo. Se le vendite erano abbastanza buone, il titolo sarebbe divenuto mensile e sarebbe stato pubblicato finché vendeva. Come ci si aspetterebbe, con un tale sistema, sono stati prodotti pochi fumetti memorabili.


Frequentando una fumetteria
di Steve Perry

(solo incipit)

Non sai mai dove ti porteranno le cose.

Quando scrivi per vivere, ti vengono poste alcune domande più e più volte a ripetizione, come per esempio: “Con quale casa editrice lavori?” oppure, “Da dove prendi le tue folli idee?” o “Hai disegnato tu la copertina della serie?”.

Un altro caso è “Come mai ti hanno scelto per scrivere questa serie?”. Ecco, questa cosa viene solitamente chiesta con un sopracciglio alzato e uno sguardo incredulo. Tipo: “Cosa diavolo hai fatto per meritarti questo?”. […] E la risposta fu: “Perché frequentavo le fumetterie”.


Appunti su come scrivere
i fumetti di Aliens
di Mark Verheiden

(solo incipit)

Quando il mio editor, Randy Stradley, si fece sfuggire che il pilastro della Dark Horse Mike Richardson stava cercando di ottenere i diritti per la pubblicazione dei fumetti ispirati ai film di Alien e Aliens, il mio primo pensiero fu: “Be’, ci avrei giurato!”, e il secondo invece fu: “Voglio scriverlo io”. Non sono sicuro del motivo per cui fossi così determinato. Avevo visto entrambi i film, ovviamente, ma non sono mai stato un vero fan della fantascienza. A parte questo, l’unico fumetto che avessi mai scritto fino a quel momento era The American, con la sua trama fortemente radicata nell’attualità del tempo. Eppure…»

L’ideale stesso di “potere” mi ha sempre affascinato: è un concetto straordinariamente nebuloso, considerando i milioni di morti per perseguirlo. La disperata ricerca dell’autorità sembra endemica per l’Umanità. Le mie storie di Aliens tendevano a ruotare attorno alla collisione tra aspiranti “controllori” e ciò che non può essere controllato. Chiunque desideri tracciare parallelismi politici con il mondo di oggi è il benvenuto. Cosa vi posso dire? Sono un irriducibile cinico.


Intervista a John Bolton

(solo incipit)

Quando John Bolton venne contattato per scrivere l’introduzione di questo volume brossurato, non era molto convinto di mettere su carta i suoi pensieri. Come compromesso, invece, ha accettato questa intervista, condotta al telefono con Jamie S. Rich, uno dei redattori di questa raccolta.

JOHN BOLTON: Nel tentativo di rendere questa introduzione più interessante, affronterò l’intervista sul lato di un edificio, venti piani più in alto. Se non riesce a essere interessante, salterò.

JAMIE S. RICH: È perché non ne hai mai scritta una prima. Forse è per questo che non sono mai state interessanti per te.


L.

– Ultimi fumetti alieni:

  • [2022-11] Alien: Risveglio (Panini) - Secondo appunto alieno della Panini Comics, un volumone "morbidoso" che raccoglie la versione italiana di Alien: Revival (2021). In appendice, l'annual Aliens: Aftermath (2021).
    I membri di una setta che aborre la tecnologia hanno quasi concluso la loro opera di terraformazione di una luna su cui sperano di iniziare una nuova vita… ma, nel momento in cui un’astronave precipita nel loro santuario, ha inizio un incubo senza fine.
  • [2022-10] Aliens – Le storie classiche (Volume 1) - Approfittando del mio compleanno, ho preso questo mega-gigantesco-super-librone di più di mille pagine, che ingombra come una enciclopedia! Ed è solo il primo volume!!!
  • [2022-09] Alien (Marvel) 3 – Icarus - Terza "stagione aliena" per la Marvel.
    Cinque sintetici asociali vengono ingaggiati per recuperare un esperimento folle della Weyland-Yutani in un pianeta abitato da xenomorfi: un gioco da ragazzi, per i magnifici cinque!
  • 2022-07 Alien: Linea di sangue (Panini) - La settimana scorsa il corriere di Amazon mi ha consegnato il pacco contenente questo gioiellino: per ragioni di soldi (ma anche di spazio) non compro mai fumetti raccolti in volumi cartonati, ma devo dire che sono una stramaledetta figata.
  • [2022-08] Predator: Day of the Hunter - Prima saga regolare della Marvel dedicata al Predator, così da capire subito che la casa se ne frega assai del personaggio.
    Da quindici anni Theta gira pianeti dando la caccia ai Predator, alla ricerca di quello che le ha massacrato la famiglia. Fine della trama...
  • [2022-07] Alien (Marvel): Annual 2 - Anno 2193. I ribelli occupano Nishimura Station e la Weyland-Yutani ha una bella idea: perché non proviamo sul campo questo famoso xenomorfo? Il Colonial Marine Gabriel Cruz parte per una missione votata al massacro.
  • [1992-01] Insider 1 - Nel gennaio del 1992 la lanciatissima Dark Horse Comics inaugura una pubblicazione gratuita dal titolo "Insider" che adoravo, quando all'epoca frequentavo la fumetteria d'importazione nel mio quartiere.
  • [2021-09] Alien (Marvel): Revival - Euridice è un paradiso terrestre, una colonia umana che vive a contatto con la natura e sta per staccarsi dalla Weyland-Yutani, non appena arriverà l'ultima nave... ma proprio quell'ultima nave porta il "serpente" in quel paradiso.
    Comincia un nuovo capitolo dell'universo alieno Marvel con il ritorno di una figura cara ai fan: il religioso, che vede nell'alieno un oscuro avvento.
  • [2021-07] Aliens (Marvel): Annual 1 Aftermath - Numero speciale per festeggiare i 35 anni del film Aliens.
    35 anni dopo l'incidente di Hadley's Hope, un gruppo di dissidenti guidati dal nipote di Vasquez raggiunge l'ex colonia per analizzarne i resti: troverà più di quanto cercava.
  • [2021-06] Marvel ristampa Aliens (1) - Dal 1° giugno 2021 la Marvel presenta in digitale le ristampe del primo mitico universo a fumetti di Aliens, quello con cui la Dark Horse Comics ha conquistato il mondo.

9 pensieri su “[2022-10] Aliens – Le storie classiche (Volume 1)

  1. Sorvolando sull’inutilità della presentazione, come se chi acquista un volume di Aliens da 90 euro non sapesse certe cose, è proprio un bellissimo omnibus. Ho preso questo e prenderò i prossimi solo per collezionismo e per leggere in italiano le storie inedite, però spero che la Panini porti anche le tante storie di Aliens vs Predator mai viste in Italia.

    Piace a 1 persona

  2. Pingback: Fumetti di Alien e Predator in Italia | 30 anni di ALIENS

    • Per apprezzare il primo e più mitico universo alieno di sicuro hai troppo poco, quindi sì, varrebbe la pena 😛
      Però prima di spendere 90 euro per dieci chili di enciclopedia che ti piegano lo scaffale di casa, io farei un salto su eBay: tutte le storie importanti presenti in queste volume sono uscite per PlayPress ai tempi d’oro, e se le compri nella prima splendida edizione italiana per me spendi mooooolto meno di 90 euro.
      A parte “Tribes”, che in realtà è un romanzo, l’unico fumetto inedito presentato da questo volumone è “Newt’s Tale”, il resto lo trovi tranquillamente in precedenti edizioni su eBay.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.