Alien Marvel in arrivo in Italia!

Lo scorso marzo 2022 la Panini Comics, sul numero 367 della sua pubblicazione “Anteprima”, ha annunciato per il prossimo luglio l’arrivo in Italia del volume Alien volume 1 – Linea di sangue, cioè la raccolta in volume del primo ciclo di Alien Marvel. Niente pubblicazione mensile, quindi, solo costosi volumi da fumetteria: riusciranno a smuovere quei pochi veri lettori alieni italiani?

L.

– Ultimi Alien Marvel:

  • [2022-11] Alien: Risveglio (Panini) - Secondo appunto alieno della Panini Comics, un volumone "morbidoso" che raccoglie la versione italiana di Alien: Revival (2021). In appendice, l'annual Aliens: Aftermath (2021).
    I membri di una setta che aborre la tecnologia hanno quasi concluso la loro opera di terraformazione di una luna su cui sperano di iniziare una nuova vita… ma, nel momento in cui un’astronave precipita nel loro santuario, ha inizio un incubo senza fine.
  • [2022-09] Alien (Marvel) 3 – Icarus - Terza "stagione aliena" per la Marvel.
    Cinque sintetici asociali vengono ingaggiati per recuperare un esperimento folle della Weyland-Yutani in un pianeta abitato da xenomorfi: un gioco da ragazzi, per i magnifici cinque!
  • 2022-07 Alien: Linea di sangue (Panini) - La settimana scorsa il corriere di Amazon mi ha consegnato il pacco contenente questo gioiellino: per ragioni di soldi (ma anche di spazio) non compro mai fumetti raccolti in volumi cartonati, ma devo dire che sono una stramaledetta figata.
  • [2022-08] Predator: Day of the Hunter - Prima saga regolare della Marvel dedicata al Predator, così da capire subito che la casa se ne frega assai del personaggio.
    Da quindici anni Theta gira pianeti dando la caccia ai Predator, alla ricerca di quello che le ha massacrato la famiglia. Fine della trama...
  • [2022-07] Alien (Marvel): Annual 2 - Anno 2193. I ribelli occupano Nishimura Station e la Weyland-Yutani ha una bella idea: perché non proviamo sul campo questo famoso xenomorfo? Il Colonial Marine Gabriel Cruz parte per una missione votata al massacro.
  • Alien classico in arrivo in Italia! - Lo scorso maggio la Panini Comics, sul numero 369 della sua pubblicazione "Anteprima", ha annunciato per agosto 2022 l'uscita del volume "Aliens Omnibus: le storie classiche, volume 1".
  • Alien Marvel in arrivo in Italia! - Lo scorso marzo 2022 la Panini Comics ha annunciato per il prossimo luglio l'arrivo in Italia del volume Alien volume 1 - Linea di sangue, cioè la raccolta in volume del primo ciclo di Alien Marvel.
  • [2021-09] Alien (Marvel): Revival - Euridice è un paradiso terrestre, una colonia umana che vive a contatto con la natura e sta per staccarsi dalla Weyland-Yutani, non appena arriverà l'ultima nave... ma proprio quell'ultima nave porta il "serpente" in quel paradiso.
    Comincia un nuovo capitolo dell'universo alieno Marvel con il ritorno di una figura cara ai fan: il religioso, che vede nell'alieno un oscuro avvento.
  • [2021-07] Aliens (Marvel): Annual 1 Aftermath - Numero speciale per festeggiare i 35 anni del film Aliens.
    35 anni dopo l'incidente di Hadley's Hope, un gruppo di dissidenti guidati dal nipote di Vasquez raggiunge l'ex colonia per analizzarne i resti: troverà più di quanto cercava.
  • [2021-06] Marvel ristampa Aliens (1) - Dal 1° giugno 2021 la Marvel presenta in digitale le ristampe del primo mitico universo a fumetti di Aliens, quello con cui la Dark Horse Comics ha conquistato il mondo.

18 pensieri su “Alien Marvel in arrivo in Italia!

      • Purtroppo concordo. No, non è così che speravo dessero alle stampe lo xeno-mondo Marvel: rivolgersi solo alle fumetterie, oggi come oggi, è praticamente come dare per scontato che il parco lettori a cui dovrebbe essere destinato il prodotto nemmeno esista (ma la Panini se n’è mai accorta dell’inaspettato successo di vendite che -a prescindere dalla qualità delle storie e dai sempre più fastidiosi redazionali sul presunto “canon”- la concorrente saldaPress era riuscita a mantenere in edicola?)… 😦

        Piace a 1 persona

      • Temo che la Panini sia troppo impegnata in milioni di testate per accollarsi il peso di una patata bollente come “Alien”, che non è chiaro quanto davvero piaccia in Italia. Già la Panini arranca con l’oceano di sue pubblicazioni in edicola, sensibilmente ridotte (diciamo all’osso), sospetto che aggiungerne un’altra, per di più a rischio, non fosse un rischio accettabile.
        Magari invece questo Alien Marvel da libreria fa il botto di vendite e la Panini decide di investirci di più, mi sento di dubitarne, sebbene ci speri sempre.

        Non dimentichiamo che la Marvel stessa sta dando prova di puntare molto poco sul nuovo marchio. A parte Predator che ha avuto dei casini legali con quei due ex bagnini dei suoi padri, a parte un’unica serie regolare Alien non ha avuto altro in questo anno e mezzo, in cui misteriosamente ha saltato per tre mesi le uscite (unica fra le testate Marvel). Onestamente mi aspettavo un trattamento simile a Conan, che va bene che è un personaggio storico ma l’heroic fantasy non mi sembra così di scottante attualità, eppure lui ha avuto subito diverse testate, speciali, annuals e via dicendo, mentre Alien non ha avuto altro se non un’unica serie, uno specialino per puzza e qualche ristampa in croce. Quindi già la casa madre non sembra puntare poi molto sul marchio, figuriamoci la Panini.
        Magari invece la Marvel si sta creando un proprio universo narrativo con propri personaggi da “promuovere” in seguito, non possiamo che sperarlo.

        "Mi piace"

      • Lo spero anch’io, pure se il panorama attuale è poco confortante: escludendo le supertutine e volendo usare termini culinari, la Marvel ha nel menu un ottimo arrosto (Alien) ma sembra continuare a credere solo nel bollito (uno Star Wars che, a essere crudelmente obiettivi, dal punto di vista fumettistico è ormai più spremuto di un limone: mi capita, e spesso, di leggere gli albi solo dopo mesi dall’acquisto)…

        Piace a 1 persona

      • Ho visto poi che Panini ha rilevato saghe come Lazarus e altre, della Image, in pratica sta rilevando tutti i fumetti americani esistenti: come può gestirli tutti? In pratica è scomparsa la concorrenza pure nei fumetti, in Italia…

        "Mi piace"

  1. La Panini può anche permettersi di vendere poco qualche testata, e poi TUTTI i volumi da fumetteria sono costosi, in generale. Certo lo sono soprattutto quelli della Panini che negli ultimi anni ha fatto schizzare i prezzi fregandosene altamente delle proteste dei lettori. Ma forse è meglio così, in volume, altrimenti l’alternativa era spillati bimestrali da 5 euro l’uno o spillati con la stessa foliazione di un issue americano a 3.50 euro mensili. Visto che un volume contiene 6 numeri americani immagino che ne pubblicheranno un paio all’anno.
    Io penso che di lettori italiani dei fumetti di Alien ce ne siano, la piccolissima saldaPress è durata tanto con le pubblicazioni e vendeva addirittura in edicola, dubito che se le vendite fossero state scarse avrebbero insistito (e infatti Terminator l’hanno chiuso dopo qualche numero). Tra l’altro la saldaPress in edicola non è riuscita a portare le storie migliori degli anni Novanta ma si è beccata il declino definitivo della DH, con le ultime pubblicazioni che definire indegne è un complimento o alcuni one-shot ridicoli, eppure è rimasta lì finché ha avuto i diritti. Tutto sommato sono contento di spendere 19 euro per delle storie che pare siano buone.
    Forse ci sottovalutiamo noi lettori di fumetti alieni, non siamo così pochi secondo me, alcuni si nascondono o si vergognano, noi veniamo allo scoperto e addirittura leggiamo i romanzi, roba da far rabbrividire…

    Piace a 2 people

    • Spero di cuore sia così e che questo spinga la Panini non solo a continuare ma magari a ripescare qualche inedito o qualche capolavoro dimenticato, come “Aliens vs Predator”, il capostipite.
      Tutte le fumetterie che conoscevo hanno chiuso, non mi sembra ci sia la cultura del fumetto di un tempo, ma magari come dici sono tutti nascosti. Anche perché quando anni fa sul forum di Alien e Predator ho avuto la malaugurata idea di citare fumetti alieni ho ricevuto solo disprezzo: in un mondo razzista e discriminatorio come quello dei fandom (di qualsiasi universo narrativo) è davvero difficile ammettere apertamente i propri gusti 😛

      Piace a 1 persona

      • Io sono del ’93, purtroppo non so quale fosse la cultura del fumetto di un tempo. Immagino che sia cambiata, basta vedere una fiera cosiddetta “del fumetto” dove per intravedere un fumetto bisogna impegnarsi. Però sono di Bologna e ci sono tre fumetterie (Alessandro Distribuzioni, PopStore e Panini Store) che vanno davvero tanto. Forse a Roma è diverso, come ho letto in una tua intervista evidentemente lì si pensa solo alla Roma e alla Lazio 😛
        Scherzi a parte, io oggettivamente non mi spiego in altro mondo come la saldaPress abbia potuto continuare fino alla fine con Aliens, se non per buone vendite. D’altronde non mi spiego nemmeno come continui con Godzilla, ma evidentemente vende anche quella testata. Poi sono discorsi che lasciano il tempo che trovano, alla fine sono contento che a luglio potrò mettere le mani sul nuovo corso Marvel e certo anch’io spero nel recupero di qualche capolavoro come Aliens vs Predator o Genocidio.

        Piace a 2 people

      • In quel 1993 ero un animale da edicola, quando i poveri giornalai non avevano spazio per mettere i fumetti: arrivava così tanta roba che gli scaffali si piegavano! Le fumetterie erano solo dell’usato, perché tutto usciva in edicola, anche se credo sia stata nel 1992 l’esplosione dei manga, che vedevo solo in fumetteria e in grandissima quantità.
        Proprio in quegli anni vennero recuperati i personaggi Marvel e DC che nessuno voleva pubblicare, perché erano troppi, troppe testate, troppo impegno che non si sapeva se avrebbe avuto successo, e invece è andato oltre ogni più rosea aspettativa.
        Nel 1990 Dylan Dog scriveva in copertina “200 mila copie” e si dice che in quel decennio raggiungerà addirittura le 700 mila copie di tiratura: nel 2020 viene dato forse a 70 mila. E quei 70 mila di sicuro sono quelli che lo leggevano già nel 1990, non certo nuovi lettori.

        Con il nuovo millennio la situazione non ha fatto che precipitare, e se da una parte i lettori storici ci sono ancora, ma non fanno chissà che mercato, non mi sembra che le nuove generazioni siano interessate ad altro che non sia il gaming on line. Tutti i miei colleghi di lavoro hanno figli piccoli e nessuno di loro legge alcunché, neanche le istruzioni dello shampoo. Di sicuro non è un campione rappresentativo e spero che da qualche parte siano nascosti i lettori, ma non sono più le orde dei primi Novanta.

        La saldaPress è davvero un mistero, e mi piace sperare che vendesse tanto, anche se lo trovo davvero incredibile, viste le tante pessime storie aliene che ha tirato fuori. Magari andava in perdita e copriva con le entrate di “Walking Dead” 😀

        Piace a 1 persona

  2. chissa’ con quale cadenza saranno le uscite … sul sito della marvel nella sezione alien si nota gia’ che i comics in america stanno uscendo un po a casaccio mentre all’inizio erano regolari … forse anche per questo motivo la panini non ha voluto fare delle uscite con albetti da edicola

    Piace a 1 persona

    • A parte degli immotivati tre mesi di “ferie natalizie”, l’Alien Marvel esce regolarmente ogni mese da più di un anno, se la Panini fosse stata interessata avrebbe potuto benissimo organizzarsi con magari due o tre mesi di “differita”, invece ha preferito presentare tutto insieme in un unico volume da fumetteria. Spero almeno venda abbastanza per giustificare il secondo volume, fra due anni 😛

      "Mi piace"

      • Il che spiega luglio come data del volume completo della Panini, con la sua raccolta dei 12 numeri. (Metteranno pure lo speciale? Tanto è piccolo, si infila bene 😛 )
        E’ un gran brutto segno, temo significhi che la Marvel ha scoperto quanti pochi siano i veri fan di Alien: a chiacchiere tutti amano questo universo, di cui non sanno niente e grasso che cola se una volta da ragazzini hanno visto il primo film, ma poi nei fatti sono davvero pochi quelli che spendono soldi per i suoi prodotti.

        "Mi piace"

      • Il secondo tipo corrisponde al volume della Marvel che (a soli 125 dollari) contiene queste storie:

        Aliens: Theory of Alien Propagation
        Aliens: Nightmare Asylum
        Aliens: Female War
        Aliens: Advent/Terminus
        Aliens: Countdown
        Aliens: Reapers
        Aliens: The Alien
        Aliens: Genocide
        Aliens: Harvest
        Aliens: Tribes
        Aliens: Newt’s Tale
        Alien3
        Aliens: Desert Storm
        Aliens: Operation: Rescue
        Aliens: Hive War
        Aliens: Jungle Attack
        Aliens: Meltdown
        Aliens: Showdown
        Aliens: Stampede
        Aliens: Fireball
        Aliens: Night Strike
        Aliens: Swarm
        Aliens: Terrordome
        Aliens: Ice Storm
        Alien3: Alone

        Praticamente un Omnibus, quindi con ristampe e diverse storie inedite in Italia. Chissà il prezzo in euro…

        Piace a 1 persona

      • Quegli omnibus Marvel posso anche superare i cento dollari, quindi non voglio neanche pensare al costo in euro. Ma sono curioso di scoprire se saranno ritradotti per l’occasione, un lavorone enorme, o andranno a recuperare le traduzioni esistenti.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.