Regali di compleanno 2021

Regali di compleanno 2021

La fine dello smart working è stato un lutto che ha funestato questo mio compleanno del 2021, con l’aggravante di capitare proprio a ottobre: un gesto di pura cattiveria che davvero non meritavo.

È stato uno dei più brutti compleanni che riesca a ricordare, per di più passato al fianco dei miei “amati” colleghi di lavoro, ma per fortuna quel 13 ottobre Vasquez mi ha regalato il suo meraviglioso guest post, e questo ha aiutato parecchio a sopportare la giornata.

Sfumata la rabbia della giornata, mi sono dedicato un regalo consolatorio: qualcosa di talmente folle da controbilanciare la folle quotidianità a cui sono stato riportato con tanta cattiveria. Così, sebbene avessi giurato che mai avrei speso soldi per questo, ho preso i due film alieni usati da Deadpool per farsi pubblicità, come ho già raccontato.

I Blu-ray di Alien (1979) e Predator (1987) sono identici a quelli già esistenti, l’unica differenza è avere una sovracoperta con Deadpool che ne fa parodia. Una roba da follia collezionistica spinta che solo in una occasione fuori dal comune come questa potevo avere voglia di comprare, prendendolo sul profilo Amazon del mitico Bloodbuster, il negozio che per fortuna è a Milano altrimenti starei tutti i giorni lì a farmi male!

Spero che l’anno prossimo il compleanno arrivi in una situazione più rilassata.

L.

25 pensieri su “Regali di compleanno 2021

      • Parole sante, che andrebbero ripetute ad ogni TG. Invece la nostra classe politica, “i migliori”, sta aiutando solo quelli che l’hanno provocata, la pandemia, non quelli che l’hanno combattuta e quelli che vorrebbero cambiare le cose perché non torni più. “Tornare come prima” è lo slogan ufficiale, dimenticando che era proprio quel “prima” ad essere sbagliato.

        Piace a 1 persona

      • Quel “Tornare come prima” l’ho sempre visto come slogan ufficiale di quelli che “prima” se la passavano alla grande fottendosene di tutto e di tutti (ah, ma certo, poi si son messi a cantare e ballare sui balconi, perché sarebbe andato tutto bene, vuoi mettere?)… ragion per cui io proprio non ne voglio assolutamente sapere di tornarci.

        Piace a 2 people

      • Se la pandemia ci ha insegnato qualcosa è che tutto quello che abbiamo fatto finora è sbagliato: se riusciremo a NON tornare come prima, cambiando anche solo una virgola, sarà già un ottimo risultato. Invece chi prima faceva danni non vede l’ora di tornare a farne.

        Piace a 1 persona

  1. Manuel il proprietario di Bloodbuster è un grande, per fortuna abbiamo entrambi chilometri dalle nostre case e quel negozio, altrimenti non vivrei sotto i ponti ma direttamente da Bloodbuster, hai fatto bene ci voleva un bel regalo consolatorio, questo è bellissimo 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Li conosco solo di rimbalzo, perché tutti quelli che una volta conoscevo su facebook erano di Milano e stavano sempre lì, a fare foto a chicche da paura per farmi rosicare 😀
      Basta girare il loro sito per capire che c’è da sentirsi male: per fortuna sono lontani e le spese di spedizione mi fanno stare coi piedi per terra.

      "Mi piace"

      • E pensa come posso sentirmi io quando ci vado fisicamente (essendo Bloodbuster qui a Milano, appunto), in quello splendido negozio 😛 Essendosi relativamente allentato il freno pandemico, poi, conto di tornarci con una certa regolarità (soldi permettendo)… 😉
        Un compleanno a fianco dei colleghi… praticamente, l’apoteosi della merda 👎

        Piace a 1 persona

  2. Tantissimi auguri giovine! Dall’alto dei miei 53 posso dirlo 😜. La mia azienda ha deciso di farci ritornare tutti – ma proprio tutti “appassionatamente” – in ufficio dal 15 giugno. Anche io penso che la pandemia ci sta dando un’opportunità di cambiare il nostro stile di vita e dovremmo farlo almeno per rispetto delle tante persone che non ci sono più. È evidente una resistenza di “sistema”, una paura endemica al cambiamento. Si parla tanto di attenzione all’ambiente e lo Smart working è la prima soluzione di grande impatto: meno automobili, servizi di trasporto pubblico meno congestionati, opportunità di migliorare ciò che esiste grazie a orari di punta meno affollati di pendolari e così via. Tanto difficile da capire? No anche davanti a una tale evidenza si preferisce tornare a una “normalità” che non era “normale”. Pare un ossimoro “tornare alla normalità”.

    Piace a 1 persona

    • Almeno a Roma il traffico è decuplicato, pare brutto dirlo ma nessuno dei morti della Capitale guidava un’auto, perché non un solo singolo posto si è liberato dopo una pandemia globale!
      Confindustria e il suo zerbino esecutore (che altri chiamano “Governo” impropriamente) credevano che tornare tutti appiccicati ci avrebbe spinto a far ripartire l’economia, spendendo e spandendo: dopo un anno di cassa integrazione, dopo spese funerarie, licenziamenti a grappolo e revoca di ogni aiuto, chi mai può permettersi di spendere come vorrebbe Confindustria?
      Senza contare che entrare in un bar è come ritrovarsi in “fuga di mezzanotte”. ci mancano i cani che mi annusino e poi la sensazione è la stessa. Quindi le attività che non andavano durante la pandemia non vanno neanche adesso, chi andava bene durante la pandemia continua, smart working o meno. Per fortuna abbiamo dei geni a guidarci, gli stessi che hanno ucciso materialmente migliaia di italiani spogliando la Sanità per decenni, andando poi in TV a fare i moralizzatori contro i no-pass che minacciano la fantomatica (e inesistente) ripresa italiana.
      E pensare che c’è chi crede che la Weyland-Yutani sia una spietata compagnia di finzione…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.