[2013] Alien War (Stranded)

Il futuro non è più quello di una volta, lo dicono tutti e infatti è vero: una volta la base lunare aveva Martin Landau come capo, oggi… ha Christian Slater. Tempi bui. Tempi di Z!

Salviamo quei 4 coloni, e ho detto “coloni”, capito Vasquez?

Stando a FilmTV.it questo film è stato trasmesso da 7Gold il 13 agosto 2015, quasi sicuramente sbagliando: “TV Sorrisi e Canzoni” quel giorno riporta la trasmissione di Stranded (2001) con Michael Dudikoff: quale dei due ha ragione?
Temo che sbagli FilmTV.it, confondendo questo Stranded (2013) con un altro film omonimo, e l’unica apparizione sicura in Italia di questo titolo risale al novembre 2020, quando Blue Swan lo porta in DVD con il titolo Alien War. L’invasione della Luna.

Il delizioso menu principale del DVD

Sono lontani i tempi di The Sender. Il messaggero del male (1982) girato con due soldi: ora i soldi sono molto meno ma la Z che permea il regista e sceneggiatore Roger Christian è sempre forte.
Così grazie a minuscole casupole anglo-canadesi ci porta sulla Luna, dove Gerard (Christian Slater) comanda un manipolo di astronauti nella gestione della stazione locale. Già così si inizia a ridere di pancia.

Appena capisce come funziona il computer, Slater risolverà ogni problema

Qualcuno sulla base lunare porta jella, perché arriva una pioggia di tre meteoriti (che volete? con quei due soldi di budget non se ne potevano avere di più!) e guarda caso di tutto il satellite vanno a colpire proprio le strutture della base lunare: non un solo sasso finisce nel deserto lunare, ogni breccola spaziale fa danni alla struttura.
Sistemate le falle diamo un’occhiata a questi sassi spaziali, e ti pare che erano semplici sassi? Andiamo, è ovvio che sezionato uno di questi… zàcchete, c’è la forma di vita aliena che in esso dormiva da miliardi di anni, e aspettava il primo scienziato coglione che tocca materiale organico senza protezione. Non esisterebbe la fantascienza se non ci fossero gli scienziati cerebrolesi.

Basta con la scienza, è il momento delle donne toste

Vestendosi come Ripley 8, Ava (Amy Matysio) lancia un segnale chiaro: sarà la madre aliena del newborn, cioè sarà protagonista di una versione cialtrona di Alien Resurrection (1997).
Dopo aver maneggiato in modo decisamente stupido il sasso lunare, Ava sente una specie di nausea… ma vuoi vedere che è incinta? Dieci minuti dopo partorisce. Occhio che l’umana frettolosa partorìsce alieni ciechi…

Solo a me questa scena ricorda l’incubo di Ripley in Aliens (1986)?

Lo vogliamo dire che il neonato alieno ha la mascella “apribile” tipo Predator? E dài, diciamolo.

«You’re an ugly motherfucker» (cit.)

Lo vogliamo dire che il nuovo nato lascia in giro pezzi di pelle come i facehugger? E dài, diciamolo.

Questa roba l’avevo già vista su Fiorina 161

Comincia la solita caccia cialtrona fra i corridoi bui della base lunare, con i soliti risultati: tutti gli scienziati beoti finiscono vittima di loro stessi, perché sono beoti e quindi si comportano in modo tale da non meritare altro.
Intanto il nuovo nato cresce in fretta (avete presente quant’è veloce il chestburster a diventare alieno adulto? Ecco, uguale) però non si trasforma in un alieno bensì in umano. Quindi dall’universo alieno passiamo a omaggiare l’universo degli ultracorpi, con questo alieno-baccellone che evidentemente assume la forma degli ospiti in cui entra. Perché allora alla nascita ha le mascelle di Predator? Boh, misteri alieni.

L’invasione degli ultra-alieni

A far girare il criceto che ho in testa mi viene in mente LIFE (2017), film di quattro anni successivo che sicuramente è una colossale scopiazzata da Alien (1979) ma le parti “originali”… sono parecchio uguali ad Alien War.

In quel ridicolo filmetto di Daniel Espinosa come arriva l’alieno? Mediante una pioggia di meteoriti, lo scienziato coglione lo tocca e lo “attiva”. Dopo la solita corsa nei corridoi i superstiti entrano nella navicella e scendono sulla Terra, ma… be’, non voglio rovinare la sorpresa, comunque il finale è pressoché identico.
Quindi a sorpresa LIFE riesce a copiare sia dall’originale alieno che dalla sua versione Z: che capolavoro di film.

Per fortuna Alien War non si finge filmone puzzoso bensì onesta Z d’intrattenimento leggera e ridanciana, e sa bene quali siano i capisaldi da citare. Questo alieno lo vogliamo espellere nello spazio? E mettiamoci l’eroina che si aggrappa per non volare via, così Aliens (1986) è coperto e siamo tutti contenti. In fondo è la stessa scena ricopiata identica da Skylin3s (2020): non puoi fare un film di fantascienza con alieni senza omaggiare James Cameron.

Questa è per te, Jimmy!

Alien War campeggia nel mio scaffale dedicato alle scopiazzate aliene, essendo poi targato Blue Swan (marchio che adoro) e con una grafica allettante fa la sua porca figura insieme a titoli come Alien Convergence e Jurassic Expedition (entrambi Blue Swan) o Alien Origin (Minerva), giusto per citare gli acquisti più recenti.
È un filmetto di pura fanta-Z nato esclusivamente per ridere in faccia a Christian Slater, il John Koenig dei poveri che sulla base lunare fa solo danni, a se stesso e agli altri.

Assolutamente consigliato per chi ha la Z nel cuore e sangue acido nelle vene.

L.

amazon – Ultimi film scopiazzanti:

  • [1981] Il terrore viene dal passato - Un film che scopiazza Alien (1979) e in cui la Ripley di turno... in Italia è doppiata dalla stessa Ada Maria Serra Zanetti di Sigourney Weaver. Come può il cuore di un fan non esplodere come quello del Grinch?
  • [2013] Alien War (Stranded) - L'incredibile film che scopiazzando Alien 4 riesce a dare ispirazione al successivo LIFE, segno che le scopiazzate aliene regnano nella fantascienza.
    Christian Slater gestisce la base lunare quando da un meteorite arriva una forma aliena che copia Alien, Predator e gli ultracorpi baccelloni! Divertimento assicurato.
  • [2020] Breach – Incubo nello spazio - Fanta-horror spaziale, alieno a bordo, Bruce Willis che gigioneggia, bevande fantastiche, fanta-fucili e citazioni aliene: per me, è il film dell'anno!
    Scopiazzando dall'universo alieno, l'equipaggio della Hercules vedrà lo scontro fra Bruce Willis e gli alieni: chiunque vinca... noi perdiamo!
  • [2013] The Colony - Pago il mio debito con Evit e recensisco una nullità che cerca di copiare da "Aliens".
    Nel futuro bbuio e freddo, in piena pandemia, un gruppo di beoti va a controllare una colonia che non dà più segni di vita e, in una replica di Hadley's Hope, si ritrova ad affrontare... i cannibaliens!
  • [2018] Alien Expedition (Jurassic Expedition) - Un filmaccio assurdo ma anche una spettacolare scopiazzata di Prometheus (2012) con dinosauri, fanta-fucili e donne artificiali: cosa chiedere di più???
  • [1991] Terrore nello spazio (Dead Space) - L'Alien di Roger Corman, affidato ad un esordiente che sembra più la versione anni Novanta di Ed Wood.
  • [2021] Army of the Dead (Snyder vs Aliens) - Zack Snyder pensa bene di ricopiare Aliens (1986) sostituendo gli xenomorfi con gli zombie, aggiungendo Vasquez intera!
  • [2003] Volo per l’inferno (Flight to Hell) - Nella Z profonda nessuno può sentirti copiare "Alien".
  • [2012] Alien Origin - Forze Speciali vanno nella giungla del Belize e trovano una creatura aliena da affrontare: una cialtrona scopiazzata da Predator (1987) in salsa found footage che brucia gli occhi per la sua bruttezza.
  • [2007] AVH: Alien vs. Hunter - Se il Predator di Shane Black ha generato Alien Predator (2018), la famigerata The Asylum non era certo nuova all'operazione: l'uscita di Aliens vs Predator 2 (2007) ha infatti generato la sua versione Z.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.