[2016-05] Alien – The Weyland-Yutani Report

Illustrazione di copertina di Markus Pansegrau

Alla fine ho ceduto e lo scorso luglio 2020 ho comprato Alien – The Weyland-Yutani Report (2016) di S.D. Perry.

Forse spinti dal lavoro dell’autrice – figlia del grande Steve Perry – per il romanzo Aliens vs Predator: Prey (1994), in cui si è inventata di sana pianta l’intera cultura dei Predator, per i quali ha coniato quel termine Yautja che ancora oggi anche i fan talebani usano credendo che sia un termine “canonico”, quelli della Titan Books l’hanno ingaggiata per continuare ad inventarsi robe: per esempio un quadro omogeneo che colleghi tutti i film alieni

Il risultato è un coloratissimo manualone strapieno di splendide foto di scena e illustrazioni da togliere il fiato, opera di Markus Pansegrau (per gli xenomorfi) e John R. Mullaney (per gli oggetti), il cui contenuto però è un’altra pietra lanciata nella già incrinata vetrina dell’universo alieno: già è pieno di invenzioni della Rete, non ci servivano proprio altre invenzioni del tutto gratuite.

Ho dovuto fare foto “di sguincio” perché se no sparava il flash

Il volume ha all’interno anche “documenti scottanti”, foglietti e robe varie, a formare quasi un dossier segreto della Weyland-Yutani che possiamo consultare per avere uno sguardo sui prossimi cento anni di futuro. È pieno di annotazioni con cui andrò ad aggiornare vari post del blog, specificando che sono tutte invenzioni di S.D. Perry: il fatto che siano pubblicate da una casa editrice licenziataria del marchio Fox non le rende per questo “vere”.

Già solo per queste illustrazioni vale il prezzo del volume!

Comunque è un gustosissimo spettacolo per gli occhi e ovviamente un oggetto da collezione irresistibile.

Con un “paginone centrale” dedicato alla Sulaco si vince facile (cliccate per ingrandire)


La trama di Amazon:

Per un centinaio d’anni gli scienziati della Weyland-Yutani Corporation hanno monitorato il comportamento di una forma di vita aliena il cui potenziale per le applicazioni militari è pressoché illimitato. Sebbene ogni tentativo di controllare la sua potenza è finito nel sangue, lo studio di ciò che resta dello Xenomorfo è considerato una priorità. Per questo la Weyland-Yutani vi garantisce l’accesso ai suoi documenti sull’alieno, nella speranza che possiate essere d’aiuto nel catturare questa affascinante ma mortale creatura.

La trama della fascetta:

Alien: The Weyland-Yutani Report utilizza illustrazioni esclusive e più di trentacinque anni di arte concettuale di film di Alien e foto di scena per esplorare la natura dello Xenomorfo in dettagli mai prima d’ora messi a confronto. Raccontato dal punto di vista della famigerata Weyland-Yutani Corporation, il libro presenta un approfondimento sui personaggi, sugli ambienti, i veicoli e le armi dei film, insieme ad uno studio approfondito delle formidabili abilità dello Xenomorfo. Coprendo tutti gli aspetti di questa saga di grande popolarità, Alien: The Weyland-Yutani Report è il libro definitivo per i fan dello Xenomorfo.

L.

– Ultimi libri:

  • [2021-04] Alien: Into Charybdis - Dopo Cold Forge (2018), Alex White torna con un nuovo romanzo alieno, purtroppo ambientato nell'universo in salsa gibsoniana. Così i "camionisti spaziali" americani devono trattare con una colonia mediorientale come fossimo ancora negli anni Ottanta.
  • [1990-12] Predator 2 (Novelization) - Rarissimo romanzo-novelization del secondo film, copiato dal fumetto di Mark Verheiden.
    La nave aliena è atterrata sull'emisfero occidentale, alimentata da una tecnologia sconosciuta alla scienza umana. La sua destinazione: la città di Los Angeles.
  • [2021-08] Alien 3: The Unproduced Screenplay - Ennesimo sfruttamento della pessima sceneggiatura di William Gibson, stavolta a forma di romanzo.
    Nella Guerra fredda futura, i Comunisti spaziali fanno esperimenti sugli alieni che poi gli Americani dovranno gestire.
  • [2021-04] Aliens: Infiltrator - Ottimo romanzo che racconta gli eventi pregressi del videogioco Aliens: Fireteam (2021).
    Il dottor Hoenikker arriva su Pala Station e capisce subito che gli esperimenti sugli xenomorfi che lì vengono portati avanti potrebbero finire male. Molto male.
  • [2008-10] Aliens: No Exit - Su un pianeta diviso tra due compagnie uno xenomorfo compie una strage, e la Planetus manda un suo uomo per indagare e capire se sia colpevole l'altra compagnia, la Weyland-Yutani.
    Romanzo verboso e inconcludente, quasi del tutto privo di xenomorfi ma in compenso con chiacchiere in eccesso.
  • [2006-03] Predator: Forever Midnight - Altra grande occasione mancata, con troppe invenzioni e poca trama.
    Appena giunti sul pianeta Midnight per proteggere la colonia umana, gli Orbital Marines del comandante Ness sono aggrediti e falcidiati da una nave dei Predator, i quali ora inseguono le loro prede sul pianeta dove non tramonta mai il sole. Inizia una caccia alquanto noiosetta.
  • [2007-09] Predator: Flesh and Blood - Per evitare un pericoloso pretendente all'eredità di famiglia, suo cugino cattivo fa in modo che dei Predator in caccia atterrino proprio dove sta il parente ingombrante, ma gli umani sono più scaltri e comincia una lunga (e noiosa) rincorsa. Lettura non memorabile, vicenda minuscola e personaggi anonimi, quando non proprio banali.
  • [2008-02] Predator: Turnabout - Steve Perry riesce a scrivere un romanzo Predator... senza Predator!
    Il ranger Sloane nella sua foresta in Alaska scopre l'arrivo di cacciatori spaziali dediti al massacro, così tira fuori i suoi super-fucili da cecchino e usa la sua esperienza di marine in Vietnam per dare la caccia ai cacciatori.
  • [2016-05] Alien – The Weyland-Yutani Report - La romanziera S.D. Perry per la Titan Books si inventa un universo alieno omogeneo per uno splendido volume riccamente illustrato, sia con foto di scena che con illustrazioni create appositamente. Tolte le invenzioni, è sicuramente un imperdibile oggetto da collezione.
  • [2014] Easy Street (the Hard Way) - Traduco quel poco spazio che l'attore Ron Perlman dedica ai ricordi legati ad Alien Resurrection (1997) in questa sua autobiografia.

9 pensieri su “[2016-05] Alien – The Weyland-Yutani Report

  1. Volumi illustrati di questo tipo mi attirano e mi respingono. Spesso troppo didascalici, aggiungono poco, si lasciano sfogliare un paio di volte e finiscono a prendere la polvere sulla libreria. Sulle “invenzioni” però storco davvero il naso!

    Piace a 1 persona

    • La Perry purtroppo ha inventato più del dovuto in questo universo, nel tentativo di spacciarlo per omogeneo. Non ci sarebbe nulla di male, se poi i lettori tenessero sempre a mente che sono intriganti invenzioni e non “canone”. Invece di solito i fan si informano su Wikipedia e quindi le invenzioni della Perry sono considerate “solide realtà” 😀
      Il volume è oggettivamente bellissimo, con illustrazioni mozzafiato e un sacco di schede di personaggi, luoghi, strumentazioni, veicoli e quant’altro, pura goduria per un appassionato di questo universo. Basta ricordare che tutto quanto scritto è un’opera di fantasia che si basa solo sui film – quindi una piccola percentuale dell’universo alieno – inventando tutto il resto.
      A parte malati collezionisti come me, non vedo a chi altri sia rivolto il libro 😀

      "Mi piace"

      • Non condivido tanto la scelta editoriale: un “malato” sa tutto sull’universo di riferimento; proprio a lui vai a raccontare delle “frottole”? Deve essere un malato in astinenza pesante (che è così) e quindi va bene pure il metadone.
        Insomma sembra una presa in giro proprio per la ristretta cerchia di appassionati, a meno che siano “alla canna”. 😂😂😂

        Piace a 1 persona

      • Purtroppo c’è il serio rischio che siano rarissimi gli appassionati che “sanno tutto”: di solito i fan si informano da libri come questo, dando per vero tutto ciò che c’è scritto. Esattamente come oggi fanno quelli che chiamano Yautja i Predator, solo perché l’hanno letto su Wikipedia: se davvero si informassero, saprebbero che non esiste quel termine, che è un’invenzione di un romanzo del 1994 che nessuno ha mai usato prima della pagina Wiki di Predator, e che non è riconosciuto né dalla Fox né dalla Dark Horse. Alla fine nel 2014 anche loro hanno ceduto, perché tutti i fan lo usavano e hanno concesso piccole aperture.
        Gli appassionati si informano, i fan bevono tutto ciò che piove dall’alto come Legge divina, ecco perché questi libri funzionano: spacciano verità supposte a chi cerca risposte facili e veloci.
        Quante dropship contiene la Sulaco? Ma che domanda è? Non esiste risposta, inventatene una ed è quella: vanno a leggere questo libro, leggono quella che si è inventata la Perry e credono sia la Verità canonica.
        Sarebbe bello un mondo dove non ci fosse bisogno di questi libri…

        Piace a 1 persona

  2. Quante dropship contiene la Sulaco? Quante ne bastano alle missioni che deve affrontare, semplice!
    E le invenzioni di S.D. Perry rimangono “vere” solo fino a quando qualcuno non arriva ad aggiungere nuovi pezzi di “verità”, magari destinati a far da testo ad altri volumi come questo… in caso, si spera almeno che continuino a contenere foto di scena e illustrazioni di pari altissimo livello 😉

    Piace a 1 persona

    • Sarebbe stato bello che invece di inventarsi roba fossero andati a prendere gli appunti di produzione: sono sicuro che Cameron all’epoca avesse buttato giù uno schema ben dettagliato di navi e veicoli del film, e quello sì che sarebbe stato interessante da leggere.
      Invece di andare a chiedere ai disegnatori e agli artisti che hanno creato veicoli e oggetti di scena cosa abbiano usato per prendere le decisioni, a cosa si siano rifatti e perché abbiano dato quelle forme agli oggetti, invece cioè di cercare informazioni concrete, si è preferito inventare di sana pianta, tanto i fan sono boccaloni che prendono tutto per verità. E i fatti tristemente danno loro ragione…

      "Mi piace"

  3. Pingback: Il mistero della cronologia aliena | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.