Alien 5: Walter Hill e David Giler ci sono!

Grazie a Cassidy del blog La Bara Volante ho scoperto che in questi giorni siti come ComingSoon.it stanno rimbalzando la notizia di un prossimo Alien 5, indipendente dai tanti progetti di Ridley Scott. Visto che è dal 1997 che la Rete ci regala notizie e voci di corridoio su Alien 5, va sempre preso tutto con le molle.
Non frequento siti italiani generalisti che si limitano a tradurre notizie prese in giro in un “gioco del telefono” che genera solo confusione, ma studiando i link che mi ha segnalato Cassidy sono riuscito a risalire alle fonti per capire cosa sia successo in questi giorni tanto da tornare di nuovo a gridare al “nuovo Alien”.

La rivista britannica “Empire” ha appena pubblicato il numero di luglio, interamente dedicato agli “eroi del cinema”: la solita classifica dei 50 protagonisti più eroici della storia del cinema: fa comunque piacere trovare Ripley addirittura al numero due!
Per l’occasione la rivista ha chiesto qualche dichiarazione a Sigourney Weaver, che ha speso due o tre parole per ogni film: niente che valga la pena di riportare.

Finiti i quattro film, il giornalista Ian Nathan dichiara:

«Lei [la Weaver] tifava per Neill Blomkamp e la rinascita della saga ripartendo da Aliens, ma la Fox non ha avuto fiducia nel progetto. Recentemente il produttore Walter Hill le ha mandato un copione di 50 pagine per un quinto film con Ripley. “Non saprei”, riflette l’attrice, “forse Ripley ha fatto il suo tempo: merita di riposare”.»

Malgrado le parole della Weaver siano chiaramente poco entusiaste – magari per far alzare il prezzo dell’ingaggio, non lo sappiamo – d’un tratto passa l’idea che invece lei sia d’accordo, e infatti rimbalzano notizie sulla sua disponibilità.

Il sito Syfy Wire il 15 giugno afferma che quella veloce dichiarazione della Weaver avrebbe generato una reazione in Walter Hill. Credo che in realtà sia stato il sito a contattare la Brandywine per sapere se esistesse realmente un copione di Alien 5, comunque traduco il passaggio interessato:

«Oggi [15 giugno 2020] la compagnia di produzione di Hill ha rivelato a Syfy Wire che non solo il copione esiste, ma che l’ha scritto lui stesso insieme al compagno di sempre, David Giler. E non si tratta di qualche progetto che stava lì a prendere polvere che ora si è deciso di riesumare: l’ultima stesura del copione è datata marzo di quest’anno.»

Quindi l’ufficio stampa della Brandywine ha rivelato queste scottanti novità al giornalista Josh Weiss, e solo a lui, invece di rilasciare un comunicato ufficiale. Sicuramente Weiss avrà riportato tutto in maniera esatta, ma se avesse capito male? Come facciamo a sapere cosa esattamente gli è stato detto?
Dall’ufficio stampa poi si sale fino a Walter Hill in persona, che parlando con Weiss così gli dice:

«Sigourney è da sempre troppo modesta riguardo la sua capacità di tirar fuori un’idea che te la faccia fare nei pantaloni, che prenda a calci un nuovo xenomorfo e ti porti a riflettere sia sull’universo della saga che sul destino del personaggio di Ripley.»

Queste parole criptiche Hill le avrebbe dette solo a Weiss: per me lo stava prendendo in giro…
Comunque la Brandywine ha mandato al giornalista una foto in esclusiva dei copioni: che siano veri, lo sanno solo loro.

Copione di “Alien V” inviato personalmente a Syfy Wire

Come si vede, la data è del 13 marzo 2020 e la sceneggiatura – depositata al sindacato WGA – è firmata da Hill e Giler, con due frasi di lancio in alto:

«Nello spazio nessuno può sentirti gridare.
Nello spazio nessuno può sentirti sognare.»

In passo una citazione di Edgar Allan Poe, due versi dal poema A Dream Within a Dream (1849):

All that we see or seem
Is but a dream within a dream.

«Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro a un sogno»
(traduzione di Tommaso Pisanti, Newton Compton 1990)

Infine una frase attribuita a William Tecumseh Sherman ma senza particolare sicurezza:

War is hell.

«La guerra è l’inferno.»

Scrivere un copione non vuol dire niente, di sceneggiature mai diventate film sono pieni tutti i cassetti delle case produttrici di Hollywood. Però mi piace pensare che dopo la follia squinternata di Alien: Covenant (2017) Walter Hill abbia pensato che era venuto il momento di pensarci lui, ad Alien: di sicuro non potrà fare di peggio.

L.

– Ultimi “retroscena”:

9 pensieri su “Alien 5: Walter Hill e David Giler ci sono!

  1. Penso che ho pescato siti che riportavano titoli altisonanti tipo: uno dei produttori di Alien ha scritto un copione per il quinto capitolo. Senza nemmeno citare il nome di Walter Hill (storia vera). Insomma un delirio, grazie per aver fatto chiarezza in questo rimbalzare tra mezze frasi e mezze verità. Cheers!

    Piace a 1 persona

    • Grazie a te per avermi fatto conoscere un “aaaaaaip” che sta rimbalzando ovunque: stando ai siti italiani il quinto film si comincia a girare domani 😀
      La cosa curiosa è che la Weaver ha chiaramente detto che non è interessata, eppure continuano a dire che Ripley tornerà.
      Dopo le tante delusioni degli ultimi anni non mi sento entusiasta di nuovi film, neanche se scritti da Walter Hill: visto che è molto più bravo a fumetti, perché non ne scrive uno alieno??? 😛

      "Mi piace"

  2. Ho scritto due articoli su questo trattamento su AUI, riportando semplicemente i dati reali come si dovrebbe fare sempre.
    Poi vado a vedere articoli di webzine più blasonate e si parla di conferme, addirittura di SCENEGGIATURE COMPLETE, parlando senza cognizione di causa. Sono sempre più allibito.

    Piace a 1 persona

    • Quando ieri ho letto qualche notizia da siti italiani generalisti – cosa che di solito evito di fare perché mi prende solo rabbia! – sembrava ormai fatta: domattina iniziano a girare! 😀
      Per fortuna uno di quei siti citava Syfy Wire così sono risalito direttamente alla fonte, ignorando il resto, e andando a leggermi le dichiarazioni della Weaver sul nuovo “Empire”, le quali mi sembra mettano una bella lapide su qualsiasi futuro ritorno di Ripley, malgrado gli entusiasmi in Rete. (E onestamente non vorrei proprio vedere nonna Ripley: nell’ospizio nessuno può sentirti urlare!)
      Mi stupisce che l’ufficio stampa Brandywine sia così entusiasta, probabilmente stanno cercando di far nascere l’entusiasmo sul film così da trovare produttori: Hill sa benissimo che ci sono più copioni morti che film fatti, mi sembra strano che dia per attivo un progetto del genere. (Infatti nell’unica dichiarazione nota di Hill, non dice una mazza di niente!)
      Staremo a vedere 😉
      P.S.
      Non avevo notato i tuoi post, devo stare più attento 😛

      Piace a 1 persona

  3. A quanto sembra questo progetto era stato proposto alla Fox dalla Brandywine durante il periodo di acquisizione da parte della Disney ma non era stato minimamente preso in considerazione, a causa anche dei cattivi rapporti tra la major e i due produttori. Ora che le carte in tavola sono cambiate e c’è un nuovo capo, la Disney, è probabile che Hill e Giler abbiano visto una nuova possibilità e stiano cercando ora di creare interesse nel progetto facendo parlare il fandom tramite queste dichiarazioni. Addirittura la Brandywine si è iscritta su AvP Galaxy e ha postato il PDF della title page del trattamento. Se non è marketing spudorato questo ahaha.

    Piace a 1 persona

    • Stanno proprio alla canna del gas se cominciano a fare queste mosse: Walter Hill di solito se li mangia a pranzo, i fan, figurarsi iscriversi ai loro siti! 😀
      Comunque la crisi profonda crea di queste situazioni imbarazzanti. Ho appena visto il filmato di “Predator: Hunting Grounds” dove Schwarzenegger – che per trent’anni ha schifato Dutch – doppiare Dutch parlando di un “Val Verde incident”. Quindi ora gli sceneggiatori scrivono basandosi sulle minchiate di Wikipedia? Basta un fan convinto (erroneamente) che “Predator” si sia svolto a Val Verde e fa Canone? E Schwarzy che si presta a queste robe quando ha rifiutato ogni autore gli abbiano proposto dal 1987 ad oggi per il ritorno di Dutch?
      Il Settimo Sigillo si aprirà quando Walter Hill concederà un’intervista su tutti i film alieni che ha prodotto, rispondendo alle domande dei fan su YouTube: allora sì che il mondo finirà 😀

      Piace a 1 persona

  4. “Nell’ospizio nessuno può sentirti urlare!” 😀 Beh, se l’ospizio in questione fosse di proprietà della Weyland-Yutani, con Nonna Ripley e Nonno Hicks confinati lì perché non parlino con nessuno dei loro scontri con gli xenomorfi, mentre Newt cerca di trovare un modo per tirarli fuori… allora ci sarebbe di che farne un Alien 5, magari pure col beneplacito di Walter Hill e David Giler in persona 😛

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: [2020-08] Speculazioni sul futuro della Alien Saga | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.