[1997] ALIEN (VHS THX)

Con l’uscita di Alien Resurrection (novembre 1997), la Fox Video decide di riproporre in home video quella che ormai è diventata una tetralogia, impreziosendola così da convincere i fan a non accontentarsi della vecchia cassetta che hanno già a casa: decide quindi di rimasterizzare i quattro film in VHS Stereo con audio THX.

Dalla fine del 1997 all’inizio del 1998 i film della saga escono in VHS singole ma nel 1998 vengono anche raccolti nel cofanetto “Alien Saga“.

Per fortuna all’epoca non avevo “velleità audio” e mi tenevo strette le mie vecchie VHS: l’anno successivo questo cofanetto sarebbe uscito il DVD dei film in versione estesa, tanto perché i poveri fan sono spennati come polli xenomorfi…
E, da buon pollo xenomorfo, ho recuperato su eBay il cofanetto, che fa la sua porca figura in collezione!

Ecco la trama dal retro della locandina:

Il terrore ha inizio quando l’equipaggio di una nave spaziale indaga su una trasmissione proveniente da un pianeta desolato, e scopre una forma di vita che si è evoluta perfettamente per annientare il genere umano. Uno ad uno, i membri dell’equipaggio vengono uccisi: solo Ripley riesce a salvarsi, in tempo per organizzare una conclusione esplosiva.

Dalla grafica minimalista delle precedenti edizioni si passa a qualcosa di decisamente molto più accattivante.

L.

– Ultimi post simili:

7 pensieri su “[1997] ALIEN (VHS THX)

  1. Il THX su una VHS era una vera fandonia di marketing. A parte che un videoregistratore si poteva collegare a un amplificatore con i Jack bianco e rosso (ancora il cavo ottico non c’era), ma come speravamo di infilare in un segnale analogico una roba come il THX che per dare il meglio deve essere mixata per 7 canali più subwoofer?
    Era il proverbiale fare passare un cammello per la cruna di un ago.
    E noi polli. Mi ci metto anche io: ho il confanetto VHS della prima trilogia di Star Wars con audio THX. Chiaramente visto e “sentito” su una TV CRT con le sue casse terrificanti. Eppure l’effetto “uau” era garantito: che beati beOti che eravamo. 😂

    Piace a 1 persona

    • In casa collegavamo lo stereo alla TV sin dal 1990, così da registrare su cassetta la musica che ci piaceva (da film, videoclip, trasmissioni ecc.) quindi teoricamente noi lo stereo lo avevamo già. Ma dal videoregistratore e due testine a quello a sei, poi stereo, poi THX… boh, si sentiva tutto uguale 😀
      Sicuramente sbaglio qualcosa io, ma quando ho avuto possibilità di usare il subwoofer non ho sentito alcuna differenza, né con le casse “tutte intorno a me”. Sicuramente per sentire qualcosa serve un impianto costoso, ma la differenza non vale gran che, quindi la lascio apprezzare agli altri 😛

      Invece la differenza sostanziosa è che per appiccicare l’etichetta “THX” sulla locandina, questi film alieni sono stati rimaneggiati e il doppiaggio italiano riapplicato sopra l’audio originale, con vari danni e perdita di italiche sonorità. Per fortuna ho le VHS pre-THX così da conservare quelle parti italiane che sono state tagliate via con il THX e mai più riappiccicate…

      "Mi piace"

      • Il THX io lo ricordo come uno stereo Hi-Fi appena più pulito e rimbombante (con due casse su tv crt che altro potevo pretendere, del resto?) Che poi, in effetti, ‘sto benedetto THX era un certificato di eccellente qualità audio e non un sistema di decodifica a sé, ragion per cui stava più che altro a significare che avremmo sentito “meglio”… e questo “meglio” non era necessariamente legato a un multicanale che per forza di cose NON poteva esserci su VHS. In pratica, per noi vecchi analogici, una sola dietro l’altra (il THX certificava che l’audio STEREO di quelle videocassette fosse di alta qualità. E sarebbe inesorabilmente rimasto un semplice -per quanto pulito/rimbombante- STEREO con qualsiasi impianto lo avessi ascoltato, mi sa) 😉

        Piace a 1 persona

      • La traccia audio su una VHS è al massimo in stereo e anche se la ascolti attraverso un impianto 5.1 non cambia. Se con l’amplificatore la piloti su tutte le casse, aggiungi solo casino. Il subwoofer si occupa solo dei “bassi”e puoi pilotate certe frequenze nel senso che puoi decidere quali vengono suonate dalle casse frontali è quello dal subwoofer Le casse posteriori invece non suonano mai i bassi e sono quelle che lavorano meno. Servono per creare spazialità al suono. Quindi ritornando al suono stereo, al massimo puoi pilotare i bassi sul subwoofer e le frontali fanno tutto il lavoro.
        Da un videoregistratore non puoi cavarci effetti surround (come il THX).
        Considera poi che fino al l’avvento del Blu-Ray tutti gli algoritmi audio tipo Dolby o DTS operano come compressori del suono originariamente concepito, quindi hanno una più bassa qualità. Solo nel Blu-Ray la traccia audio non è compressa e, infatti, si para di True DTS, Dolby Atmos e altre sigle HD che indicano un’alta “risoluzione” audio.
        Non occorre un impianto costoso per iniziare e la differenza si sente. Anzi, con il tempo l’orecchio migliora e cerchi prodotti più performanti. Io sono passato da impianto “consumer” a uno medio (ampli da 500 euro) e quando ho acquistato delle casse e subwoofer sempre di fascia media la differenza è così marcata che non riesci a tornare indietro.
        C’è una differenza enorme anche dal HDMI al TOS-Link (cavo ottico). È una questione di banda passante di dati (audio): più ha capacità di “trasporto” migliore è la qualità.

        Piace a 1 persona

      • Preferenze personali per carità, ma quando la traccia audio è fatta a regola d’arte ti garantisco che aggiunge una reale dimensione in più. In certe situazioni tra stereo e audio HD c’è l’abisso, poi dipende molto anche dai generi di preferenza. Ne beneficiano immensamente fantascienza, fantasy e film di guerra.

        Piace a 1 persona

  2. Pingback: [1998] ALIEN (VHS l’Unità) | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.