[2018-10] The Predator su “CIAK”

Ad ottobre la storica rivista “CIAK” sembra tornata alla sua normale distribuzione, e addirittura ci regala la scheda del film The Predator (2018): credevo ormai non si sprecasse più per certi film di genere…


The Predator

di Marco Giovannini

da “CIAK” (ottobre 2018)

Il fatto — Il mercenario ed ex ranger Quinn McKenna (Boyd Holbrook) assiste per caso alla caduta di un’astronave e alla cattura di un Predator da parte di un agente del governo, che lo porta in un laboratorio per studiarlo. Lui viene arrestato perché non parli e messo su un bus insieme a sei ex soldati, detti “i Lunatici” e tutti affetti da stress post-traumatico. Il loro bus passa davanti al laboratorio proprio quando il Predator uccide i tecnici che lo tengono prigioniero e scappa. Sulle sue tracce e su quelle di un super Predator alto due metri e mezzo, i Lunatici diventano l’ultima speranza della Terra per non soccombere a un’ invasione aliena.

L’opinione — Trentuno anni fa il regista Shane Black interpretò una particina nel Predator originale. Aveva appena venduto la sua prima sceneggiatura, Arma letale, capostipite del neofilone “buddy movie”. Sarà la nostalgia, sarà il suo imprinting, ma The Predator non è altro che un un buddy movie all’ennesima potenza. Ma, a differenza dei tanti sequel e reboot (questo è il sesto della serie) dalla trama piuttosto semplice e schematica, assomiglia più ai suoi due film più famosi da regista, Kiss Kiss Bang Bang e The Nice Guys. Anche questo, infatti, è una girandola di situazioni al limite, improbabili e quindi impreviste, ma soprattutto è un continuo passaggio dall’azione adrenalica alle battute, alle citazioni, alle strizzatine d’occhio, ai tormentoni strampalati stile Tarantino (autismo, ibridazione, riscaldamento solare e anche Olivia Munn che disquisisce a lungo se uno dei sei Lunatici ha detto «pushy», come sostiene lui, o «pussy», come ha capito lei).

Piacerà più ai neofiti che ai fedelissimi dei Predator precedenti, che li hanno sempre visti come il mix perfetto fra fantascienza e horror, giammai forieri di umorismo.

se vi è piaciuto guardate anche… Predator (1987) di John McTiernan, Kiss Kiss Bang Bang (2005) e l’irresistibile The Nice Guys (2016) con la coppia Crowe-Gosling.



L.

– Ultimi post simili:

3 pensieri su “[2018-10] The Predator su “CIAK”

  1. Figurati se non tiravano dentro Tarantino, Black scriveva dialoghi così quando tarantino ancora faceva il commesso di videoteca a Knoxville nel Tennesse, forse sarebbe stato meglio continuare a non dedicarsi a certi film di genere 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Ma infatti io continuo a credere che “CIAK” non si sprechi più per certi film di genere: qui si dev’essere trattato di una semplice svista, che non si ripeterà (son gente seria, mica cazzi)… comunque, devo dire che il padre di Thomas Jane aveva del talento nel farlo entrare al cinema aggirando i divieti 😉

    Piace a 1 persona

    • A quanto io ricordi CIAK non ha mai dato spazio al cinema di genere: negli anni Novanta c’erano più film marziali che stelle nel cielo e CIAK non se li è mai cagati. Alien e Predator invece di solito li ha presentati, anche se la critica non è mai stata esaltante, quindi probabilmente siamo nella media della rivista 😛

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.