[2018-09] Aliens saldaPress 18

Cover di Kent Williams

Diciottesimo numero (25 settembre 2018) della collana mensile della saldaPress. con la saga completa Aliens: Havoc (1997), presentata con il titolo Aliens: Caos totale, rutilante ed indigesto minestrone di autori e disegnatori che non merita di essere ricordato.
La traduzione come di consueto è curata da Andrea Toscani.

Con la fine dell’estate le edicole del Lazio sembrano essere defunte, e questo albo sono dovuto andarlo a recuperare fino a Roma centro, perché sembra che stavolta la distribuzione si sia impegnata per NON distribuirlo. Che sia l’inizio della fine per la testata? Fatemi sapere se voi lo avete trovato con facilità.

L.

– Ultimi post simili:

20 pensieri su “[2018-09] Aliens saldaPress 18

      • Facciamo UNDICI copie, visto che sono riuscito a trovarla anch’io… e, a questo punto, non so più se sia questione di fortuna o temporaneo (SOLO temporaneo) positivo riscontro di vendita: nel caso si tratti di quest’ultimo, perlomeno sembra avere più chances rispetto a Doctor Who, del quale non più di un paio di mesi fa la Titan aveva prospettato -finalmente- una presenza regolare anche nelle edicole (grazie proprio a un buon riscontro delle vendite) già da fine agosto. Esattamente come il buon Dottore, è probabile che pure le copie degli albi a lui dedicati abbiano viaggiato nel tempo per andare a finire in qualche edicola del passato o del futuro perché, nel presente, io NON ne ho più trovata nessuna 😦

        Piace a 1 persona

      • La morte ineluttabile delle edicole sta venendo accompagnata da distributori spietati ed editori sognanti, e non so cosa sia peggio. Non trovo neanche alternative: richiedere arretrati alla casa o comprarli su eBay richiederà comunque una ulteriore spesa per la spedizione. Confido in Amazon, l’unico santo in grado di aiutare gli utenti di questa landa italica desolata, malgrado quello che vanno berciando in TV.

        "Mi piace"

      • P.S.
        Tempo fa parlavo con Luigi Pachì, direttore di SherlockMagazine.it nonché curatore di “Sherlockiana”, la collana Delos che ogni settimana presenta apocrifi inediti. Gli chiedevo come mai non attingesse alle prolifiche “Further Adventures” holmesiane della Titan, e mi diceva che quella casa è particolarmente tosta da trattare, anche a livello economico. E questo spiegherebbe perché solo raramente i suoi prodotti sono arrivati in Italia. (Della sua spettacolare collana “Hard Case Crime” è giunto da noi solo quel libretto di Stephen King, “Colorado Kid” o roba del genere, che se non era per il Re nessuno avrebbe mai letto.)
        Se è già molto difficile distribuire prodotti economici – tipo la RBA che ogni anno ristampa le stesse robe che NESSUNO compra – figuriamoci prodotti molto costosi come Doctor Who della Titan.
        Visto che le fumetterie non esistono, a meno che non si cerchi Star Wars, bisgnerà trovare sistemi alternativi…

        "Mi piace"

      • Sì, in effetti quello che ti ha riferito Pachì spiega bene le motivazioni alla base della difficoltà o dell’impossibilità, se si procede di questo passo, nel reperire pubblicazioni della Titan dalle nostre parti (come l’infelicissima sorte della collana “Hard Case Crime” insegna)… nel caso del Dottore, ciò che sembrava aver convinto la casa editrice a compiere il grande passo era, in sostanza, il livello di popolarità raggiunto dal personaggio nel nostro paese, ritenuto sufficientemente adeguato ad estenderne le vendite cartacee -con un prezzo non esorbitante, per di più- al di là del “ghetto” delle fumetterie. Analisi forse un po’ troppo ottimistica per quanto, rispetto al singolo albo apparso come per caso un anno fa, la presenza nelle edicole di ben tre numeri consecutivi (e non escluderei di essermene perso un quarto, andato esaurito precedentemente a questi) cominciasse a far sorgere qualche flebile speranza: peccato che la regolare programmazione della serie su Rai 4, in grado di fare da traino ad iniziative rischiose come questa, sia ormai ricordo di un glorioso passato vanificato dall’attuale pessima gestione della rete (vallo a sapere poi quando partirà la nuova stagione con Jodie Whittaker)… 😦

        Piace a 1 persona

      • Tutti questi bei calcoli che si fanno gli editori tengono conto del Sindacato (nel senso americano) della Distribuzione? Se gli albi non arrivano in edicola non vendono, e poi sembra che gli italiani non amino il Dottore: la Titan e i suoi referenti in Italia lo sanno che le edicole sono un Vietnam e che se calano le vendite vuol dire che gli albi non si trovano in edicola?
        Questo settembre ogni record è stato superato: non ricordo un mese in cui così tante pubblicazioni hanno saltato la distribuzione: addirittura CIAK, dico CIAK, ripeto CIAK, la più mainstream delle riviste, in edicola dall’85 o giù di lì, NON è uscita in edicola nella provincia romana. Ripeto: NON è uscito in edicola, ha saltato un mese. Così, per pura cattiveria, così il Sindacato dei Distributori ha lanciato il suo messaggio e piazzato la sua testa di cavallo nel letto…
        In queste condizioni, in cui l’Albo Speciale dei 70 anni di TEX, ripeto TEX, ripeto il Re delle edicole, ripeto il PRIMO fumetto italiano, in alcune edicole è stato distribuito in numero di copie UNA, ripeto UNA, di nuovo: UNA, non esiste alcun futuro per alcuna testata cartacea: chi mostra vende, recita l’adagio, e visto che ormai mostrare è un privilegio di quei pochi che sono simpatici al Sindacato, temo che le vendite conosceranno l’emozione dello Zero.
        Il bello è che quando dico che il digitale ha vinto passo per un nemico del cartaceo: sono gli editori del cartaceo i primi nemici del cartaceo, sono i Distributori i nemici del cartaceo, sono gli edicolanti distratti e menefreghisti i nemici del cartaceo, sono i fumettari che pensano solo alla Marvel i nemici del cartaceo. Sono loro che hanno già chiuso la bara: il tempo di dar due martellate ai chiodi e il gioco è fatto.

        "Mi piace"

      • Poi, appena dopo aver dato quel paio di martellate, scatterà la gara al rimpianto/elogio dei “bei tempi del cartaceo” da parte di TUTTI quelli che avranno contribuito a seppellirlo (l’equivalente di quel “era una così gran brava persona” pronunciato come da prassi a TUTTI i funerali di chi è stato lasciato crepare nell’indifferenza generale)… 😦

        Piace a 1 persona

  1. Anch’io, che sto in provincia di Bologna, ho fatto fatica a trovare questo numero. Il mio edicolante di fiducia, che sempre aveva avuto almeno 2-3 copie finora, stavolta mi ha detto “non me l’hanno mandato”, un altro aveva solo Predator e l’ultimo aveva una sola copia. Certo che pubblicando certe storie secondo me fanno fatica ad attirare anche il ragazzino “occasionale” che sfoglia l’albo in edicola oltre a far sbuffare l’appassionato che o lo lascia lì o lo prende solo per collezionismo, quindi non capisco proprio il criterio che la saldaPress usa nella scelta delle storie.
    Se poi, come leggo dai commenti, si mettono a pubblicare Resurrection…allora sembra quasi che se le cerchino. Che sia l’inizio della fine? Non lo so, almeno altri due mesi li pretendo, Dust to dust mi interessa e sto resistendo a non leggerlo online! In ogni caso mi dispiacerebbe, Aliens mi ha riportato mensilmente in edicola, una cosa che a sua volta mi riporta bambino e che non succedeva da anni.

    Piace a 1 persona

    • Anch’io sono cresciuto in edicola, con il naso sempre infilato nelle pubblicazioni e gli occhi sempre pronti a cogliere qualche novità. Però purtroppo sono lontani quei tempi, la distribuzione è devastante e pare lo faccia a posta ad impedire l’acquisto.
      Purtroppo la saldaPress si è giocata i migliori bonus e a meno che non inizi a ristampare le storie della PlayPress – che altri hanno già fatto – le rimangono solo parecchi avanzi di magazzino. Una collana mensile e un cartonato in fumetteria hanno macinato storie su storie dopo trent’anni di silenzio, ed ora gli inediti alieni cominciano ad assottigliarsi. (Hai visto il mio schema con le uscite in Italia? ^_^)
      Sul fronte Predator c’è invece un mare di inediti, praticamente tutti, e quindi possono campare più a lungo.
      “Dust to Dust” sono usciti due numeri in sei mesi, sembra che la Dark Horse non abbia voglia di farla uscire, boh…

      "Mi piace"

      • Effettivamente avevo già notato con Defiance e Dead Orbit che gli issues di Aliens non escono a cadenza mensile (o almeno fissa) ma la DH fa anche passare tre o più mesi da un numero all’altro, e infatti Dust to Dust ho appena visto che non sarà nei prossimi due numeri in cui uscirà Kidnapped…quindi capisco la saldaPress, ma se devono pubblicare storie non inedite preferirei rileggere Genocide e Rogue (o addirittura Colonial Marines che in inglese non è che sia riuscito a comprenderlo più di tanto).

        Piace a 1 persona

      • Allora non me lo sono sognato! Ieri ho scoperto che “Dust to Dust” è scomparso dai piani saldaPress, sostituito dalla ridicola “Kidnapped” (una storia imbarazzante che quindi viene edita DUE volte in Italia, quando invece andrebbe cancellata dagli archivi!)
        Di solito la DHC va a cadenza mensile ma ormai dopo i lunghi cicli Fire and Stone e Life and Death – che è stato davvero un bel viaggio, tre anni di uscite che ho seguito da vicino e che mi onestamente mi lasciano soddisfatto – ha parecchio tirato i remi in barca. Ha cominciato a dilazionare l’universo alieno, forse in attesa che si sappia che cazzo dovrà fare Scott e quale delirio immondo stia elaborando.
        La PlayPress ha presentato la grande stagione delle storie aliene d’annata, che però sono parecchio anni Novanta e non so quanto possano piacere oggi. Hive, Genocide, Rogue, e magari potrebbero farci il favore di tradurre la mitica Berserker o Stronghold, tutte storie legate, un unico universo con trovate splendide.
        Invece “Colonial Marines” sarebbe meglio evitarlo. Lo iniziai appena uscito, prendendo i primi numeri d’importanzione, e non si capiva una mazza. Quando la PlayPress l’ha interamente tradotto me lo sono riletto in italiano… non capendoci una mazza! Era il periodo dei brutti cicli da 12 numeri, tipo “Deadliest of the Species”, roba illeggibile. Almeno Defiance ha 12 numeri ed è solo noioso, ma comprensibile 😛

        "Mi piace"

  2. Sono appena stato informato che Dust to dust verrà pubblicato nei numeri 19 e 20, mentre nel 2019 sempre sullo spillato mensile ci sarà Inhuman condition e sfruttando anche il nuovo mensile di Predator pubblicheranno il crossover Aliens more than human, Predator to heaven e AvP three world war (queste ultime tre storie non ho capito onestamente come verranno pubblicate, cioè se tutte sulla testata Aliens o solo la prima e la seconda su Predator, e invece AvP…? Vabbe’ lo scopriremo).

    In più, e questo penso sia interessante, sempre nel 2019 un volume che conterrà molte storie inedite (qualche nome: Corben, Byrne, Lloyd, Wrightson, Colan e Leonardi). Questo è ciò che ho scoperto 😛

    Che ne pensi?

    Piace a 1 persona

    • Finché pubblicano e traducono va tutto bene, sperando che nel 2019 escano ancora in edicola questi albi: il numero di settembre è stato particolarmente difficile da trovare, speriamo sia stato un’eccezione.
      A voler fare un appunto sarebbe da chiedere a quelli della saldaPress che senso ha pubblicare la splendida “Three World War” se rimangono inedite le precedenti avventure di Machiko: che sapranno i lettori del più meraviglioso personaggio dell’universo alieno dopo Ripley? Oggi tutti si riempiono la bocca con Amanda Ripley perché non conoscono nulla dell’universo narrativo alieno: sarebbe stata una bella occasione per far conoscere loro trent’anni di vita di un personaggio che meriterebbe ben altra attenzione…
      Quando scoprii quella storia fu un tuffo al cuore: dopo quasi trent’anni ritrovavo un personaggio che avevo amato profondamente da ragazzo: i lettori italiani perderanno gran parte della forza della storia.

      "Mi piace"

  3. Pingback: Regali alieni 2018 | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.