[2010-06] Predators: Prequel

Cover di Paul Lee

Il 9 giugno 2010 la Dark Horse Comics sfrutta l’uscita del film Predators, prevista per il successivo 9 luglio, per regalare ai lettori un doppio prequel: una saga a fumetti di quattro numeri con all’interno ben due storie che ci raccontano il passato di due dei protagonisti del film.
Per quattro mercoledì di quel giugno 2010 sono uscite in fumetteria le quattro parti che compongono queste due storie:

  • Welcome to the Jungle
    scritta da Marc Andreyko e disegnata da Guilherme Balbi
  • A Predatory Life
    scritta da David Lapham e disegnata da Gabriel Guzman

Quest’ultima, più breve, è la noiosa storia di come Royce (interpretato nel film da Adrien Brody) ha gestito una missione in Africa dimostrando che in realtà è un bonaccione, malgrado se la tiri da mercenario. Una storiella che non merita altra attenzione.

Tutt’altro discorso per la storia principale, che vede un gruppo di forze speciali cadere nel pianeta-giungla dei Predator, in cui un uomo alla volta fanno tutti una brutta fine. Rimane solo Drake, che fa un incontro molto particolare: un Predator diverso dagli altri… che infatti quando si toglie la maschera esce fuori che è umano. È Noland, interpretato nel film da Laurence Fishburne.

Un Predator di nome Noland

Noland e Drake diventano amici e dopo qualche scossone riescono a mettersi d’accordo su un fatto: meglio morire tentando di uccidere i cacciatori piuttosto che vivere un’intera vita rintanati come topi.
Drake tenta anche la via solitaria, scoprendo che il pianeta è animato da più bestiacce di quante poi effettivamente vediamo nel film.

Peccato questa formicona non sia stata poi utilizzata nel film

A proposito di particolari inediti, scopriamo un simpatico gadget dei Predator, così attenti alla mimetizzazione da utilizzare non semplici droni bensì veri e propri uccelli robotici per spiare le prede.

C’era bisogno di un uccello-robot per spiare le vittime?

Purtroppo la storia ha un crescendo che viene spezzato sul più bello, proprio l’essere scritta bene è il suo peggior difetto: deve per forza interrompersi per lasciar spazio al film – la cui vicenda si svolge tre settimane dopo la fine di questa saga – e già sappiamo che Noland deve rimanere vivo… e Drake no. Il che rende un po’ vani tutti i suoi sforzi per affrontare i Predator.
Se non altro Drake non è vissuto inutilmente: senza saperlo, lo incontriamo all’inizio del film…

Il Drake del film

I protagonisti di Predators ad un certo punto incappano in una zona piena di trappole organizzate da un uomo che giace cadavere con il petto sfondato: questo fumetto è la sua storia.

In realtà nel film nessuno propone di seppellirlo

Un ottimo modo di far venire l’acquolina in bocca e per allargare l’asfittico soggetto del film come solo la Dark Horse sa fare.

Chiudo con la cover gallery:

L.

– Ultimi post simili:

6 pensieri su “[2010-06] Predators: Prequel

    • Inoltre completa degli spunti lasciati in sospeso dal film, per ovvi motivi di tempo. L’unica nota stonata è che nel film i due protagonisti se la tirano da “predatori”, sono cattivi e hanno ammazzato tanta gente, mentre a fumetti sono due bonaccioni che al massimo hanno sparato a un paio di cattivi cattivi che lo meritavano.

      "Mi piace"

  1. Pingback: Fumetti di Alien e Predator in Italia | 30 anni di ALIENS

  2. Pingback: [2020-09] Predator saldaPress 23 | 30 anni di ALIENS

  3. Pingback: [2020-10] Predator saldaPress 24 | 30 anni di ALIENS

  4. Pingback: Storia dei fumetti alieni 8. Il Cavallo Nero alla carica | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.