[2007-06] Aliens: Cauldron

Cover di Stephen Youll

Grazie alla raccolta che la britannica Titan Books ha presentato lo scorso 26 giugno 2018, The Complete Aliens Omnibus: Volume Six, ho potuto leggere in digitale un romanzo che già avevo rimediato in cartaceo grazie ad Amazon usato: non essendo per me ormai più comodo leggere in cartaceo, solo ora ho avuto modo di (non) gustarmi Aliens: Cauldron di Diane Carey.


La trama ufficiale:

Spazio: l’ambiente più ostile alla vita umana. In un cargo all’interno dell’astronave Virginia un alveare di alieni ibernati comincia a dare segni di risveglio. Intanto sulla Umiak un manipolo di cadetti d’élite riceve l’ordine di un poco scrupoloso capitano di abbordare la Virginia, silenziosa in modo inquietante, raccogliere dati per scoprire cosa sia successo all’equipaggio e prendere possesso del carico. Quando gli alieni ibernati iniziano a prendere vita a bordo della Umiak, i cadetti dovranno lottare per la loro vita… anche contro il loro stesso capitano.


Commento

Già ho parlato dell’autrice in occasione di Aliens: DNA War (2006), romanzo che con Alien: Out of Shadows (2014) si divide la palma di miglior libro alieno dell’universo: come può l’autrice di un capolavoro, l’anno successivo uscirsene con un libro così totalmente privo di interesse come questo?

Al contrario del precedente, qui non c’è alcuna creazione della trama, semplicemente assistiamo ad un fiume di chiacchiere e battutine del folto equipaggio della nave protagonista, una secchiata di personaggi buttati sulle pagine sin da subito e tutti troppo antipatici per sopportarli.  Il capitano Nicholas “Nick” Alley sembra un beota in un film hollywoodiano di pirati mentre il resto dell’equipaggio cerca di comportarsi come un normale romanzo d’avventura marinara (che piace all’autrice): ma l’universo alieno dovrebbe essere ben altro.

Per carità, ci sta bene pure una storia marinara con al posto delle navi le astronavi, ma la scrittura è così poco interessante che non ho trovato la forza di procedere dopo i primi capitoli del tutto anonimi, quando non fastidiosi.
Sicuramente quando più in là nel romanzo si “svegliano” gli alieni criogenizzati nella “nave fantasma” comincerà l’azione, già ci sono passato con il deludente Aliens: The Cold Forge (2018): una storia aliena completamente ambientata nei claustrofobici corridoi di una nave è noiosetta assai. Anche se nel caso di quest’ultimo romanzo c’è dietro una storia molto corposa e ottimamente impostata: Diane Carey invece non ha alcuna storia da raccontare, solo battutine di marinai spaziali.

L.

– Ultimi post simili:

7 pensieri su “[2007-06] Aliens: Cauldron

    • Dopo un capolavoro immenso come “DNA War” il contrasto è devastante. Inizia proprio male, volendo essere buoni potremmo dire che anticipa alcuni aspetti dei pirati spaziali di Resurrection – ma il tono è proprio da romanzo di pirati, col capo che sembra Jack Sparrow dei poveri e l’attenzione è tutta per scambi di battute fra l’equipaggio. Forse l’intento era rifarsi agli “screzi divertiti” fra i colonial marines, ma nel caso è riuscito proprio male. E poi il soggetto non aveva molti sbocchi narrativi – alieni in una nave, che ideona! – quindi non ho trovato la forza di continuare…

      "Mi piace"

  1. Pingback: Enciclopedia delle Astronavi | 30 anni di ALIENS

  2. Pingback: [2018-06] The Complete Aliens Omnibus 6 | 30 anni di ALIENS

  3. Pingback: [2007-12] Pubblicità libri alieni Dark Horse | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.