The Predator (2018) Parla Keegan-Michael Key

Il 2 giugno 2018 il sito Predator4-movie.com ha presentato un estratto di intervista che traduco, in cui parla il noto attore comico Keegan-Michael Key. che nel film di Shane Black interpreta il ruolo di Coyle.
L’intervista originale risale al 29 maggio ed è stata curata dalla rivista digitale Cnet, ma non sono riuscito a trovare il testo completo trascritto bensì solo il riassunto di Connie Guglielmo: temo che sia esclusivamente un’intervista audio.

Visto che il sito ufficiale del film riporta più testo estratto dall’intervista, scelgo di tradurre da quello.


Keegan-Michael Key sta cercando di provare a se stesso di essere un convincente attore d’azione, così dopo il successo nel genere comico ora partecipa a The Predator.
Recentemente Key si è seduto con Cnet per parlare dei vari aspetti dell’imminente prequel di Shane Black e durante questa discussione ha raccontato perché abbia accettato il ruolo e cosa si aspettino i fan da questo nuovo film. Ecco alcuni estratti.

Cosa puoi dirci del tuo nuovo film?

Ci è stato imposto un violento ordine di non divulgazione [ride] ma vediamo cosa posso dire rimanendo sul vago. Io e Thomas Jane siamo ex marine e facciamo parte di un gruppo insieme a Boyd Holbrook, Trevante Rhodes ed Alfie Allen. Nel mezzo di quest’avventura prendono in carico Olivia Munn, che esce fuori lavorare per un’azienda tecnologica innovativa specializzata nella ricerca di vita aliena.
Diventiamo una specie di sporca mezza dozzina di soldati falliti in preda a disturbo da stress post-traumatico.

Prima di girare, Shane Black ci ha fatto consegnare un’annotazione scritta in forma poetica, con su scritto: «Voglio un gruppo di cavalieri reietti della Tavola Rotonda, che si scrollano di dosso la polvere delle armature e tornano in battaglia.» Qui non si parla di eroi bensì di gente piegata dalla vita e alla fine della propria carriera. E la parte eccitante del film è vedere come tornano in azione.

Cos’altro posso dire? C’è parecchio umorismo. L’inizio del film è come guardare i sei marmittoni [six Stooges], e la lavorazione è stata una baruffa continua.

(Photo by Kimbery French © 2018 Twentieth Century Fox Film Corp.)

Quindi più che un nuovo racconto di Predator è una reinterpretazione?

Reinterpretazione è una buona parola. Ciò che abbiamo fatto è un capitolo di una storia più grande che potremmo chiamare The Predator Universe. Ci sono cinque film nel canone di Predator, e questo sarà il sesto. Puoi guardarli in qualsiasi ordine perché ognuno vive nel suo mondo.


L.

– Ultimi post simili:

  • [2021-07] NECA Predator 2018 Ultimate Assassin - A luglio del 2021 la NECA presenta il Predator assassino dello sfortunato film del 2018 di Shane Black, nella sua versione migliorata. Come al solito, con l'etichetta "Ultimate".
  • [2020-05] Predator: Stalking Shadows - Romanzo-prequel del videogioco Predator: Hunting Grounds (2020) che si prefigge di fare da agile manuale sugli incontri e scontri fra uomini e Predator dal 1997 ad oggi.
    Protagonista è l'immaginario Scott Devlin, di cui assistiamo alla carriera lanciata quel giorno in cui a Los Angeles, nel 1997, ha conosciuto il maggiore Dutch Schaefer, appena rimesso dalle ferite dell'incontro con un Predator dieci anni prima. Vengono velocemente raccontati i momenti chiave del loro pluridecennale lavoro contro i cacciatori alieni.
  • [2018-02] NECA Fugitive Predator (Lab Escape) - Dal film The Predator (2018) arriva il modellino del Fugitive Predator appena risvegliato nel laboratorio: 18 centimetri circa di altezza e 30 punti di articolazione, con in più nella confezione due teste intercambiabili, con e senza maschera.
  • The Predator DVD (2019) Deleted Scenes - Un'edizione DVD pezzente non mostra altro che "scene eliminate" pezzenti...
  • [2019-03] The Predator con “Sorrisi e Canzoni TV” - Anteprima in edicola per il DVD pezzentino dell'orribile film di Shane Black.
  • [2019-01] NECA Armored Assassin Predator - Deluxe Armored Assassin Predator, il big boss del film The Predator (2018) di Shane Black. Ha un set di mani intercambiabili così come teste con espressioni diverse. Malgrado sia tratto da un film deludente, è una splendida action figure.
  • The Predator (2018) Shane Baxley Art Concept - Varie splendide immagini di art concept del 2016 firmate da Shane Baxley per The Predator (2018).
  • The Predator: e alla fine arriva Newt! - In un'altra scena "dopo i titoli di coda" appare stavolta Newt: altro personaggio incompatibile con la storia.
  • The Predator: e alla fine arriva Ripley! - Un tecnico degli effetti speciali sgancia la bomba su un finale alternativo del film di Shane Black.
  • [2019-01] Eaglemoss: Rogue Predator (Fugitive) - Malgrado la scritta indichi erroneamente "Killer Clan Predator" (già uscito), e il sito ufficiale della casa riporti il nome "Rogue Predator", si tratta del personaggio noto come Fugitive Predator, dal film The Predator (2018) di Shane Black.

3 pensieri su “The Predator (2018) Parla Keegan-Michael Key

    • Trattandosi di Black, credo che ci saranno parecchie scelte ben poco serie, ma penso che il suo stile sia molto diverso da quello di McTiernan. Il buono è che dopo dei film a dir poco deludenti sarà facile per Black conquistare i fan; il brutto è che ogni film con queste premesse fallisce miseramente…
      Incrociamo gli artigli…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.