[2016-07] Shane Black su “Sci-Fi Now”

Traduco un articoletto apparso sul numero 121 (luglio 2016) della rivista specialistica britannica “Sci-Fi Now“.


Il nuovo Predator sarà un sequel
ambientato ai giorni nostri

di Adam Tanswell
da “Sci-Fi Now” n. 17 (2016)

Il regista Shane Black spiega
cosa potranno aspettarsi i fan dall’imminente nuovo film

Nel 1987 Arnold Schwarzenegger sostenne una celebre battaliga contro un extraterrestre dalla tecnologia avanzata, con sangue fosforescente e un’inclinazione per il mimetismo: un film che avrebbe dato vita ad un fiorire di seguiti. Nel 2018 la creatura coi dreadlock ritornerà, ma non sarà un reboot, stando a quanto afferma il regista e sceneggiatore Shane Black (Iron Man 3).

“SciFi Now” n. 121 (2016)

C’è voluta parecchia persuasione per spingere Black ad accettare di riesumare il franchise di Predator, ma è stata una sfida che il filmmaker ha accettato con piacere. «Ricordo che il primo film aveva una strana energia», spiega. «Era una nuova idea eppure sembrava già classica, e la gente l’ha davvero adorata. In seguito però la magia ha perso il suo splendore. La Fox ha tirato fuori questi film ogni paio d’anni e hanno guadagnato di certo dei soldi al botteghino, ma non era presente alcuno sforzo per reinventare in modo ambizioso il franchise, o anche solo la voglia di fare qualcosa di grande. Stavano solamente svalutando la saga.»

Black ha un piano solido per dare un nuovo corso al franchise. «Vogliamo che la gente dica “Oh mio Dio… c’è un nuovo film di Predator al cinema questa estate. Mancano ancora tre mesi ma compriamo già ora i biglietti per vederlo. Mettiamoci subito in fila perché vogliamo essere i primi a vederlo”. Questa era la nostra idea, ma come fare a rendere Predator di nuovo un evento? Come fai a vedere ancora Predator con lo stesso senso del mistero e della suspense, della meraviglia e della sorpresa?»

da “SciFi Now” n. 121 (2016)

«Il pubblico è ormai smaliziato con questi prodotti. Non vogliono un film del tipo “John, c’è un alieno nel fienile”, oppure “Guarda, un Predator attacca i maiali!” Con questi film c’è un senso di già visto e già fatto, ma voglio cambiare questa realtà dei fatti. Voglio fare una potente storia mystery dal gusto alla Incontri ravvicinati del terzo tipo: voglio grattare la superficie e vedere cosa c’è sotto.

«Sono sempre più emozionato della cosa, giorno dopo giorno», continua Black. «Il primo giorno hanno dovuto un po’ forzarmi, ma ora credo che andrà alla grande.»

Al momento di parlare della trama Black ha alcune perle di saggezza. «È un sequel ambientato ai giorni nostri, nel 2018, che è l’anno in cui il film uscirà. Ora non voglio andare su un altro pianeta, voglio stare sulla Terra e così sarà.»

The Predator uscirà nei cinema il 2 marzo 2018.

[P.S.
Purtroppo la data di uscita ha slittato diverse volte.
L.]


– Ultimi post simili:

5 pensieri su “[2016-07] Shane Black su “Sci-Fi Now”

  1. Black dice bene, il film del 1987 era una novità che sapeva di classico, il potenziale è enorme, nessuno ha mai esplorato per davvero il mondo degli alieni Yautja, al cinema per lo meno. Già il fatto che non sarà un reboot è una buona notizia 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Che Shane sia gasatissimo è un buon segno, perché se si diverte lui ci divertiremo anche noi. Che il film incasserà in totale tre gomme masticate lo do per scontato – dal 1992 ad oggi nessun film alieno è andato bene al botteghino – ma l’importante è che sia divertente e mitico, così da dare nuovo lustro al povero Predator, che quel chiacchierone di Rodriguez ha rischiato di far estinguere!

      "Mi piace"

      • Concordo (anche se spero in un incasso di almeno quattro gomme masticate e una caramella succhiata) 😉 Adesso però la smettano di continuare a far slittare la data d’uscita!

        Piace a 1 persona

      • Se slittano è perché stanno rimontando il film (il che è molto brutto, perché vuol dire che è uscita fuori una porcata e che la versione che vedremo non è quella pensata in origine bensì quella raffazzonata alla meglio: Alien 3, dove sei?) oppure Shane è ricascato nel vizio e si sta bevendo e fumando tutto il budget: appena finisce il festino, finirà il film 😀

        "Mi piace"

      • 😀
        E’ anche probabile che, per rimanere in tema, abbiano inserito sequenze di Predator ubriachi che ricordano con nostalgia i festini terrestri degli anni ’80: ah, tutte quelle prede strafatte che potevano catturare in un colpo solo… 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.