[2017-10] Aliens saldaPress 7

Per recensire l’uscita italiana di una storia aliena inedita, che la saldaPress ha portato in edicola nell’ottobre 2017, lascio la parola a Jacopo Matteucci, curatore di Alien Universe Italia (pagina facebook ed ora anche sito).
Riposto dunque la sua recensione.


Continuano le uscite del mensile “Aliens” targate Dark Horse Comics e distribuite dalla Saldapress. Oggi 30 novembre è incominciata la distribuzione nelle edicole del numero 8 della serie che contiene la prima parte della storia di Mark SchultzAliens: Apocalisse – Gli Angeli della Distruzione“, mentre da giovedì 6 dicembre sarà disponibile nelle fumetterie. Vi consiglio di non perderlo!

Con il numero 7 dello scorso ottobre invece ci siamo trovati fra le mani ben due nuove storie: con la prima, la short-story “Attività Extraveicolare“, abbiamo messo il punto (?) alla serie “Aliens: Defiance“, mentre nella seconda abbiamo conosciuto la graphic novel “Ascensore per il Paradiso“. Ma andiamo per ordine!
“Attività Extraveicolare”, inizialmente rilasciata nel 2016 all’interno del “Free Comic Book Day: Serenity“, occupa solo le prime otto pagine dello spillato e non è altro che un piccolo episodio che si colloca sei mesi dopo il primo capitolo di Defiance, dove ritorniamo a seguire le vicende dei protagonisti, la marine Zula Hendricks, il sintetico Davis Uno, e la dottoressa Hollis, che troviamo alle prese con una battaglia contro gli Xenomorfi per difendere la propria nave, la Europa.
Ritroviamo quindi un mini episodio, scritto sempre dalla penna di Brian Wood, ricco d’azione e con gli stessi tratti stilistici che abbiamo conosciuto in Defiance, dove i pensieri ricchi di determinazione, orgoglio ma anche di incertezza della marine accompagnano le sempre splendide tavole di Tristan Jones.
La cosa che salta all’occhio più di tutte però in “Attività Extraveicolare”, è la presenza del Pretoriano, una delle specie di Xenomorfo che trova il suo ruolo come difensore del nido della Regina ma di grado superiore al Warrior, essendo più possente fisicamente, più feroce e più letale. La creatura è stata introdotta nell’Alien Universe per la prima volta dal videogame arcade “Aliens vs. Predator” del 1994 e poi ripresentata negli altri numerosi giochi dello stesso monicker. Questa trasposizione “fumettistica” quindi, seppure con qualche modifica, è stata davvero molto apprezzata!
RCO025_1463687327
La splendida variant cover del n°1 di Aliens: Defiance ad opera di Mark A. Nelson, il disegnatore del capolavoro Aliens: Outbreak, ci introduce alla seconda storia: “Aliens: Ascensore per il Paradiso”, inizialmente rilasciata nel 2011 tramite Dark Horse Books.
Nella storia, completamente scritta dal veterano Liam Sharp e anche disegnata dallo stesso con un tratto più “old-style”, troviamo come sempre una grossa quantità di cliché tipici della “Alien-saga”, dalla spedizione alla ricerca di una squadra scomparsa, passando per la figura del soldato di ferro “a la Apone“, fino ai loschi piani della Weyland-Yutani: la nave Beagle con a bordo il team del dott. Negshin è rimasta bloccata nell’ascensore orbitale che funge da ponte di collegamento per raggiungere la superficie di Europa, una delle lune di Giove soprannominata “Paradiso“, così da arrivare ad una postazione scientifica.
Toccherà ad un team di scienziati, accompagnati dal colonnello O’Shea, il compito di partire alla loro ricerca, ma durante il loro viaggio scopriranno che qualcosa di terribile è pronto a incombere su di loro…
Una storia godibile ma che per il sottoscritto sarebbe stata molto più coinvolgente e inquietante se fosse durata un po’ di più, sviluppando magari in maggior misura le scene di terrore con protagonista lo xenomorfo, e se avesse premuto maggiormente sull’ottima resa delle atmosfere claustrofobiche, manifestatesi al meglio nell’oscuro scenario delle profondità marine grazie ad una fotografia di ottima caratura e una scelta di colori azzeccatissima.
 Aliens - Fast Track to Heaven-013.jpg
Dopo questo ultimo numero, ora tutto è pronto per immergersi nella prossima storia dell’Alien Universe a fumetti… Aliens: Apocalisse ci sta aspettando!

Ringrazio Jacopo per la disponibilità e vi invito a seguire Alien Universe Italia, il cui banner trovate nella barra qui di lato.

L.

– Ultimi post simili:

11 pensieri su “[2017-10] Aliens saldaPress 7

  1. A me “Fast track to heaven” è piaciuto, forse dopo il deludente finale di “Defiance” ci voleva poco a soddisfarmi, chissà. Il prossimo “Apocalypse” mi ispira ancora di più!
    Intanto la saldaPress mi preoccupa sempre di più: continui ritardi nella distribuzione (quando avviene) degli albi, volumi importanti rimandati a data da definire. Se questo infastidisce gli appassionati, figuriamoci chi dovrebbe avvicinarsi al fumetto e far crescere le vendite. E se si guarda il passato di questo fumetto in Italia non è che sia stato così roseo, sarebbe un tantino stupido rifare certi errori.
    Scusa l’OT.

    Piace a 1 persona

      • Per quanto mi riguarda li stanno GIA’ ripetendo: dopo il quinto albo di Aliens: Defiance non ho praticamente trovato più una mazza in edicola, e la situazione non accenna a migliorare (ho già dovuto provvedere a fare ordinare tramite edicolante direttamente alla casa editrice… pessimo segno). In sintesi: Star Wars esce regolarmente, Star Trek (tramite la bella collana volumi a cura della Gazzetta dello Sport) pure, il pochissimo pubblicizzato (perlomeno tramite i canali non Trek, tenendo pure conto di quanto reperire un fumetto dell’editrice Ultimo Avamposto in edicola sia paragonabile ad un irripetibile evento storico) cross-over fra TNG e Doctor Who anche ma, come da italica usanza che mi ero illuso di non dover vedere di nuovo messa in pratica, Aliens invece NO!! 😦

        Piace a 1 persona

      • Dopo parecchio ritardo ho trovato Ascensore per il Paradiso ma ovviamente dopo una settimana ancora non si vede il numero successivo. Brava, saldaPress, questo sì che è il modo giusto per assicurarsi lettori…
        E’ impensabile che Aliens in Italia possa avere anche solo l’ombra del trattamento che hanno gli altri marchi, ma certo che le uscite a singhiozzo sono il metodo sicuro per seppellire la testata. Sopprimetela e via, che soffre meno: tanto siamo abituati…
        Forse la saldaPress aspetta il nuovo Alien perché spera di cavalcare quest’onda lunga ma temo non si sia resa conto che gli spettatori italiani se ne fottono di Alien dal ’79 ad oggi: grasso che cola se ricordano il primo, figuriamo spendere soldi per un universo espanso nato dal secondo…
        Dopo tanti anni di delusioni non riesco neanche più a leggere in italiano i fumetti: quelli della saldaPress li ho presi per collezione, ma l’italiano mi suona male su una tavola aliena 😀

        "Mi piace"

    • Riguardo Defiance temo purtroppo si tratti di un cambio di formato della Dark Horse (comune però ad altre case) che ha abbandonato il classico taglio a 4 numeri per fare saghe più lunghe… ma la trama non ha seguito questo nuovo formato! Defiance doveva finire a 6 numeri e poi pensare a come continuarla, invece si sono fatti prendere la mano e per portarla a 12 hanno sparato in ogni direzione senza beccare niente. E sì che la Dark Horse aveva già miseramente fallito i 12 numeri di Colonial Marines e Deadliest of the Species, saghe illeggibili.
      In Italia di Alien non frega niente a nessuno e sbagliare così una saga è pericolosissimo, visto che è un marchio che ci mette u secondo a sparire dalle edicole/fumetterie…

      "Mi piace"

  2. Povera saldaPress, non voglio mettere il dito nella piaga, ma almeno potevano togliere la pubblicità del secondo volume cartonato con tanto di scritta “in tutte le fumetteria e librerie” (con tanto di prezzo) a metà di questo albo…

    Piace a 1 persona

    • L’entusiasmo è lodevole, ma la casa è abituata a grandi successi come Walking Dead: forse non si aspettava l’odio profondo da parte dei lettori. (Nell’Alien Predator Italia Forum, pieno di fan che adorano quell’universo, c’è gente che darebbe fuoco ai fumetti alieni!)
      Temo che a parte qualche fan irriducibile, le vendite della testata non abbia raggiunto le quote immaginate, esattamente com’è successo a tutte le case che hanno provato a portare gli alieni in Italia negli ultimi trent’anni…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.