Alien: Covenant su “Moviemaker” (2017)

Il numero 123 (11 luglio 2017) della rivista “Moviemaker Magazine” presenta un lungo articolo su Katherine Waterston, la finta protagonista di Alien: Covenant (2017): ricordo che l’attrice interpreta sì e no una quindicina di minuti nel finale del film, rimanendo totalmente inutile per il resto della pellicola. Chiamarla protagonista o addirittura “nuova Ripley” (blasfemia!) è quindi del tutto inappropriato.

Essendo l’articolo particolarmente inutile, ho trovato indigesta la fatica del tradurlo tutto: mi sono limitato alle parti che non erano troppo inutili…


Perseverare paga

di Sam Fragoso

È stata una lunga, selvaggia cavalcata per Katherine Waterston,
ma l’attrice di
Alien: Covenant è finalmente pronta per il suo primo piano

Date una scrollata alla pagina IMDb di Katherine Waterston e troverete qualcuno che – all’apparenza – è in pieno moment. Quel tipo di momento che si tende a vivere più nelle pagine patinate dei profili delle celebrità che nella vita vera. Ma non c’è nulla di fittizio nella recente ondata di successi della Waterston. Con l’abitudine di lavorare con voci fuori dal coro come Paul Thomas Anderson, Kelly Reichardt e Danny Boyle, l’attrice londinese naturalizzata newyorkese è entrata in un’altra dimensione: quella di movie star.

Questo è un termine a cui lei oppone vigorosa resistenza, e per una buona ragione: riduce l’arte ed esalta la fama. E Katherine Waterston è soprattutto una artista dannatamente fine. Le sua prova dell’anno scorso in Animali fantastici e dove trovarli non vi ha convinto, Alien: Covenant, l’ultima fatica registica di Ridley Scott, lo farà.

Per Waterston, la propria realtà rimane immutata. «Sono troppo vicino a ciò che succede nella mia vita per avere troppa prospettiva su altre cose», dice. «Ma in realtà non è tutto questo gran che.» Lei non ha manie di grandezza. […] «La gente mi pone domande del tipo “Com’è cambiata la tua vita?” Rimane la stessa: è solo che guadagno più di 300 dollari a settimana, ora.»

Ripensando al passato, la Waterston è stata fortunata a poter lavorare nei teatri di New York. «È stressante essere una freelance», racconta. «Sai che quando una recita finisce, devi tornare a cercare qualcos’altro. Non sai quanto a lungo durerà il tuo ingaggio. La tua vita è piena: piena di ansietà, ma è piena.»

Ricorda le difficoltà ma anche l’eccitazione. […] «C’è qualcosa di galvanizzante nell’essere un perdente», dice. «Cercavo in giro e vedevo tutti questi attori talentuosi che facevano lo stesso, per poco.» […] «Ricordo nel 2008, quando la gente cominciò a perdere i propri impieghi dappertutto, e gli attori erano gli unici che non si agitavano, perché per loro era qualcosa di familiare.»

[…] Con un padre attore (il leggendario Sam Waterston) e fratelli attori, Katherine ha avuto le stesse paure di fallire di chiunque altro nelle stesse condizioni.

[…] In Alien: Covenant l’attrice interpreta Daniels, una esperta “terraformante” a bordo dell’enorme nave-colonia che atterra su un pianeta “troppo bello per essere vero”, che infatti si rivela una trappola. […]

Per la Waterston il film rappresenta un passaggio verso un altro livello: è un ruolo molto più fisico di tutti quelli interpretati finora. Mentre molti si sono sbrigati a paragonare Daniels a Ripley (Sigourney Weaver), la Waterston invece cita il Daniel Craig dei film di James Bond come fonte di ispirazione. «Una cosa che ho amato è che lui spesso sempra non potercela fare. Credo sia molto più divertente quando non interpreti un supereroe. Non volevo sembrare così capace.»

[…] Waterston e Ridley Scott hanno trovato un terreno comune per approcciarsi al personaggio di Daniels. «Per alcune battute le chiedevo “Davvero ti piace questa?” e lei rispondeva “No, non tenerla. So come gestire la cosa” ed io mi fidavo di lei.»

Scott continua con i superlativi: «Alta, splendida, in gamba, divertente e con trandi intuizioni. Amo gli attori che propongono ma che non creano una serie di ostacoli: quello mi fa impazzire.»


L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...