Un libro per Elizabeth Shaw

Noomi Rapace nei panni della dottoressa Shaw

Noomi Rapace nei panni della dottoressa Shaw

Visto che Ridley Scott ha cambiato idea, visto che ha preso il seguito di Prometheus (2012) e l’ha gettato nella spazzatura, la domanda sorge spontanea: che fine ha fatto la dottoressa Elizabeth Shaw dopo le vicende di quel film disgraziato? La sua avventura avrebbe dovuto essere raccontata in un secondo film, ma Alien: Covenant parla solo della demenza senile di Scott: che ne sarà della povera Shaw?

Ieri, 11 gennaio 2017, il sito ufficiale di Alien: Covenant ha pubblicato un post in cui lancia una notizia incredibile: lo scrittore Alan Dean Foster è stato ingaggiato per scrivere un romanzo prequel del nuovo film, e in esso racconterà il destino della Shaw.

elizabeth-shaw-2

Da alcuni anni la Titan Books ha preso in mano l’intero universo librario di Alien e sta ristampando tutto in digitale: e io sono lì che compro a rotta di collo!
In attesa del nuovo romanzo alieno inedito – in uscita a marzo 2017 – pare dunque stia lavorando ad una delle sue tante novelization: di suo sto aspettando anche il romanzo di Kong of Skull Island.

Il 1° gennaio 2017 sul suo sito ufficiale Alan Dean Foster rilascia questa dichiarazione:

La novelization di Alien: Covenant è stata approvata. Sto lavorando con la Titan Publishing e la Fox su quello che sarà un prequel ufficiale alla storia del film. Mi spiace… non posso ancora accennare a ciò che essa potrà contenere.

Sono sempre contento quando esce un nuovo romanzo alieno, ma sarebbe stato meglio l’avessero affidato a qualcun’altro: è da tutta la vita che mi imbatto in Foster e ogni volta scopro quanto sia pessimo a scrivere.
elizabeth-shaw-3A parte il primo Alien, gli altri film della saga li ha scritti quasi controvoglia buttando via le storie, né ha fatto di meglio con le tante sue novelization che mi è capitato di leggere (Alien Nation, Starman, Star Trek, giusto per citare quelle che ricordo al volo): io adoro questo genere narrativo e ho letto autori che hanno saputo prendere una sceneggiatura e moltiplicarne per mille le potenzialità, tirando fuori un romanzo che vale molto più del film (tipo l’eccezionale Broken Arrow). Foster non è tra questi e sicuramente scriverà una roba da temino di scuola…

Pare infine che Alien: Covenant si svolgerà una decina di anni dopo Prometheus, quindi le saghe a fumetti Fire and StoneLife and Death rimangono intoccate, visto che partono ad un’ottantina di anni di distanza da quello scellerato film del 2012.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

2 pensieri su “Un libro per Elizabeth Shaw

  1. Pingback: Cronologia Aliena | 30 anni di ALIENS

  2. Pingback: Alien: Covenant (2017) Prologo in italiano | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...