[1986-10] Aliens su “Il Monello”

monello-43-1986-10-24-a

Compie oggi trent’anni questo numero del settimanale “Il Monello” (Anno LII) n. 43 del 24 ottobre 1986, la cui copertina è dedicata a Sigourney Weaver, «la donna di Aliens».

Ecco le scansioni della pagine con Siggy, e dopo il testo dei due articoli di Sandro Lucas.

monello-43-1986-10-24-b monello-43-1986-10-24-c monello-43-1986-10-24-e

Sigourney,
Rambo al femminile

di Sandro Lucas

Aria da dura, ma sempre bellissima, la stangona Sigourney Weaver fa strage di mostri nel suo ultimo film «Aliens». E lancia un nuovo tipo di donna: forte come Rambo, tenera come una madre

Col suo metro e ottantotto centimetri è l’attrice più alta d’America, terrore dei partners che non possono starle all’altezza. E infatti il suo primo antagonista è stato un mostro senza forma né statura, l’alieno bavoso immaginato dal nostro Rambaldi per «Alien». Nella seconda puntata, «Aliens» (attenzione alla «s»!) Sigourney indossa nuovamente la divisa dell’ardimentosa Ripley, «capitana» dell’astronave che affronta un’orda di creature spaziali terrificanti generate da una gigantesca Regina Madre.

Tra «Alien» e «Aliens» la bellissima attrice americana ha lavorato accanto a William Hurt («Uno scomodo testimone»), Mel Gibson («Un anno vissuto pericolosamente») e lo scatenato terzetto Murray-Aykroyd-Ramis di «Acchiappafantasmi». Due anni fa si è anche sposata con il regista teatrale Tom Simpson, 33 anni, quattro meno di lei.

Dopo il successo di «Acchiappafantasmi» e «Aliens» ti chiamano ancora «la Jane Fonda coi trampoli»?

«Non più. Ora sono Sigourney Weaver e basta. Penso che tutto sia nato da una certa somiglianza nel volto e dalla figura di donna forte che facevo in “Alien”, una caratteristica che molti attribuiscono a Jane».

Ma da dove viene il tuo buffo nome?

«Dalle mie letture. Io mi chiamo Susan, ma a 14 anni ho letto ”Il grande Gatsby” di Scott Fitzgerald. Da allora mi sono ribattezzata Sigourney, come uno dei personaggi del romanzo».

In «Aliens» sei una guerriera calma, intelligente, onesta, non muscolare. Per caso un anti-Rambo?

«Non mi piace Rambo, non l’ho mai voluto vedere, sono molto non violenta, detesto la guerra, non approvo le vendette personali. Non so odiare ma odio le armi».

Allora sei come Supergirl?

«Ma no. La mia eroina non è una persona forte ma una che lo diventa per affrontare situazioni di vita o di morte».

Hai ancora complessi per la tua statura?

«Adesso che sono un’attrice di successo la mia statura è diventata un vantaggio, mi semplifica la vita con gli uomini: o mi amano o mi odiano».

Scontro tra «titane»

di Sandro Lucas

Nel seguito di «Alien», cioè «Aliens – scontro finale», il talento visionario del regista James Cameron ha messo a dura prova la resistenza di Sigourney Weaver. Pensate, gli alieni sono a centinaia. Sotto forma di uova viscide e pulsanti attendono la vittima designata nel pianeta Acheron dove Sigourney viene mandata in missione alla guida di un gruppo di marines. L’orda di parassiti (inventati questa volta da Stan Winston) sgomina il piccolo esercito, ma non la capitana coraggiosa. Certo la battaglia è epica: loro calano dai soffitti, sbavano dalle fessure, si insinuano fra le armi. Però nessun mostriciattolo (di sesso maschile) può resistere a Sigourney, che punta in alto, addirittura ad affrontare il mostro dei mostri, cioè la Regina Madre. È, costei, uno spaventoso cocktail di artigli meccanici, visceri pulsanti, bocche vomitanti, arti d’acciaio, viscidi polipi. Un duello all’ultimo sangue tra l’umana e l’aliena, che ha per posta una ragazzina, insomma il vecchio trucco sentimentale dell’amore materno. Sigourney vince anche questa volta sul mostro, perché rappresenta la presunta forza della ragione contro la presunta bestialità del male assoluto.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...